+39 0444 042110 info@studiocru.it

Scopro che anche Wired di febbraio si occupa di Open Baladin e dell’open source nel mondo enogastronomico. E giustamente ricorda che l’idea è nata in Danimarca, come peraltro aveva già fatto notare Andrea ormai un anno fa. La firma in calce all’articolo è quella di Stefano Bonilli.

Scrivici
Loading...