+39 0444 042110 info@studiocru.it
GLOBETROTTER 4 FRIENDS: DUE GIORNI DI MARATONA DEL GUSTO CON ADUA VILLA

GLOBETROTTER 4 FRIENDS: DUE GIORNI DI MARATONA DEL GUSTO CON ADUA VILLA

Sabato 23 e domenica 24 maggio l’imprenditrice digitale e Sommelier darà voce alla vera Italia enogastronomica, con un palinsesto no-stop di appuntamenti, interviste e giochi tematici

Globetrotter 4 Friends niente di istituzionale, niente di incravattato. La maratona ideata da Globetrotter Gourmet e condotta da Adua Villa, in programma sabato 23 e domenica 24 maggio 2020 dalle 11.00 alle 21.00, racconterà l’Italia dell’enogastronomia e dell’accoglienza che reagisce in tutta la sua natura.
L’iniziativa prevede due giorni no-stop di contenuti che attingono al mondo del vino, dell’economia e della comunicazione trasmessi sulla web TV di Globetrotter Gourmet e sui canali social di Adua Villa. La programmazione si nutre delle testimonianze e narrazioni dei produttori, degli chef e si arricchisce con gli interventi di giornalisti, speaker radiofonici e sociologi che contribuiranno a misurare il polso della situazione sociale, politica ed economica che il Paese sta attraversando.
Il palinsesto prevede 4 rubriche tematiche che si alterneranno nella due giorni: Retro Etichetta pone al centro le storie dei produttori raccontate in prima persona, attraverso interviste, incontri, chiacchiere sul vino e su quanto sta accadendo in vigna e cantina. Si passa all’intrattenimento con Digital Label, un gioco tra produttore e consumatore mediato da Adua. Il cliente finale, infatti, degusta un’etichetta e procede con la sua personale valutazione ignaro del fatto che il produttore sia in ascolto, con reazioni tutte da scoprire. Vicini di casa, invece, è lo spazio dedicato al turismo fuori porta. Invita alla scoperta dei borghi a pochi chilometri da casa, dell’azienda vitivinicola nella campagna appena fuori l’area metropolitana, della caletta sul lago o sul fiume dove rigenerarsi nel fine settimana. Adua Villa si confronterà con le realtà dell’accoglienza e tutti gli attori dell’enoturismo che stanno elaborando nuove soluzioni e proposte turistiche adattate al periodo. Infine, Si starà meglio quando si starà meglio, il format che sogna un mondo sostenibile, smart, identitario: qui si presenteranno nuovi progetti e si darà voce ad iniziative che si occupano di chi è più in difficoltà in questo momento.
Adua coinvolgerà nel dibattito diversi attori dell’universo enogastronomico e vitivinicolo, tra cui produttori, istituzioni, giornalisti, uffici stampa e blogger. Sarà chiesto loro quali insegnamenti trarre da questo periodo e quali opportunità future in tema digital meritano di essere mantenute e coltivate, quali nuove possibilità per i mercati si prospettano, il tema della sostenibilità ambientale e molto altro.

Appuntamento a sabato 23 maggio dalle ore 11.00 sui seguenti canali:
IgTV: www.instagram.com/globetrottergourmet
Pagina Facebook Globetrotter 4 Friends: https://bit.ly/3cm9Czf
Pagina Facebook Adua Villa: www.facebook.com/aduavillaofficial
YouTube: www.youtube.com/channel/UCAI-OzvutzMTu58AimIsLWQ/featured

GlobetrotterTV, che sarà inaugurata con la maratona: tv.globetrottergourmet.it

NUOVA LINEA BIOLOGICA CANTINA TOLLO: OMAGGIO ALLA NATURA

NUOVA LINEA BIOLOGICA CANTINA TOLLO: OMAGGIO ALLA NATURA

A identificare i vini, certificati vegan e provenienti da vitigni autoctoni, cinque bioindicatori rappresentati in etichetta

Nasce la nuova Linea Biologica di Cantina Tollo: un omaggio alla natura con cinque vini prodotti soltanto con uve biologiche provenienti dai vigneti autoctoni dei soci della cooperativa. Cinque etichette che raccontano il territorio abruzzese e che si rivolgono a quei consumatori che prestano sempre più attenzione all’impatto dei loro comportamenti sull’ambiente, sempre più vigili e consapevoli delle loro scelte.
Ciò che contraddistingue le bottiglie di Montepulciano d’Abruzzo DOP, Trebbiano d’Abruzzo DOP, Cerasuolo d’Abruzzo DOP, Terre di Chieti IGP Pecorino e Terre di Chieti IGP Passerina sono le etichette, che riportano l’illustrazione di cinque bioindicatori: cinque insetti che, con le loro abitudini di vita, segnalano la buona qualità dell’aria e del suolo in cui vengono coltivati i vigneti.
“Cantina Tollo è da sempre impegnata nella salvaguardia e nella tutela dell’ambiente – afferma Tonino Verna, Presidente di Cantina Tollo – e con questa nuova linea ha voluto dare un tributo agli insetti che quotidianamente accompagnano l’attività dei nostri soci in vigna, e che li aiutano nella difesa del territorio. Oggi più che mai dobbiamo prestare attenzione ai segnali della terra, imparando ad ascoltarla e a rispettarla, producendo in maniera consapevole”.
I vini della nuova linea di Cantina Tollo sono inoltre certificati vegan: nessuna sostanza di derivazione animale viene utilizzata nell’intero ciclo di produzione. Anche il packaging delle bottiglie è ecosostenibile: la capsula è in materiale ecologico e senza pvc, le etichette sono in carta naturale con fibre riciclate e cotone, la scatola in cartone riciclato.
La Linea Biologica, destinata al canale Ho.Re.Ca, è disponibile sia in Italia che all’estero.

ASPARAGI VERDI AGRODOLCI IN OLIO DI MORGAN: OMAGGIO ALLA LOMBARDIA E ALL’EMILIA ROMAGNA

ASPARAGI VERDI AGRODOLCI IN OLIO DI MORGAN: OMAGGIO ALLA LOMBARDIA E ALL’EMILIA ROMAGNA

La nuova ricetta de La Giardiniera di Morgan, in edizione limitata, vuole essere un messaggio positivo per le due Regioni

Una nuova ricetta per rendere omaggio alla Lombardia e all’Emilia Romagna, un messaggio positivo per le due Regioni, da trasmettere attraverso un prodotto che tradizionalmente segna l’arrivo della bella stagione: l’asparago nella sua variante verde. Gli Asparagi verdi agrodolci in olio di Morgan, l’ultima proposta de La Giardiniera di Morgan, si aggiungono alla famiglia degli Asparagi di Morgan, che comprende già gli Asparagi Bianchi, gli Asparagi bianchi agrodolci a pezzettoni in olio e le Uova di quaglia e asparagi.
Sia in Lombardia che in Emilia Romagna gli asparagi verdi sono più noti e consumati rispetto a quelli bianchi, già presenti tra i prodotti de La Giardiniera. La nuova creazione, in edizione limitata, è stata quindi ideata per incontrare i gusti dei due mercati locali.
“Coerenti con la filosofia che da sempre anima il nostro lavoro – spiega Morgan Pasqual, titolare assieme alla moglie Luciana de La Giardiniera di Morgan – i confini sono qualcosa che ci sta un po’ stretto. Dopo aver portato l’asparago bianco fuori dai confini regionali, è tempo ora di aprire ad altre tradizioni, incontrando il gusto di altri territori”.
L’asparago verde, prodotto ad Indicazione Geografica Tipica dal 2010, viene coltivato in un’area compresa tra le provincie di Treviso, Padova e Venezia e si presta a innumerevoli ricette. Nell’interpretazione de La Giardiniera di Morgan gli asparagi verdi vengono cotti a vapore e conditi con aceto di vino bianco, sale marino integrale e zucchero. Vengono lasciati maturare per 48 ore, permettendo loro di insaporirsi insieme ai peperoncini agrodolci, che donano carattere alla ricetta dando vita ad un prodotto duttile. Si abbinano perfettamente a uova sode, carni bianche, carpacci di manzo o bresaola; oppure possono farcire un sandwich, guarnire pizze o focacce calde in finitura fuori dal forno e arricchire un’insalata di riso integrale o cereali.
Gli Asparagi verdi agrodolci sott’olio de La Giardiniera di Morgan fanno parte della linea Gli Stagionali, verdure disponibili solo in alcuni momenti dell’anno, seguendo l’andamento delle stagioni e reinterpretando con fantasia ciò che di più buono la terra offre.
La nuova ricetta è acquistabile nel sito www.lagiardinieradimorgan.com e nei punti vendita affiliati in Lombardia e Emilia Romagna.

LABRENTA PRESENTA HANDLESSDOOR, IL SALVAMANIGLIA ANTIBATTERICO

LABRENTA PRESENTA HANDLESSDOOR, IL SALVAMANIGLIA ANTIBATTERICO

Uno speciale dispositivo di apertura porte per salvaguardare la salute dei collaboratori. Realizzato in materiale 100% riciclato e riciclabile con ioni d’argento

Si chiama Handlessdoor il salvamaniglia antibatterico ideato da Labrenta, azienda di Breganze (Vicenza) specializzata in soluzioni di chiusura, che ha riconvertito, in questo particolare momento di emergenza per il Covid-19, una parte del suo impianto produttivo. Handlessdoor è un dispositivo di sicurezza e salvaguardia pensato, oggi e in futuro, per le persone che vivono e lavorano insieme condividendo gli stessi spazi. Si tratta di una soluzione facilmente applicabile e rimovibile alle più comuni tipologie di maniglie, che permette di aprire le porte con una semplice pressione dell’avambraccio, evitando quindi il contatto diretto delle mani con la superficie. Proprio per questa sua utilità negli spazi comuni, la prima parte della produzione sarà donata da Labrenta ad alcuni enti del territorio.
Handlessdoor, interamente concepito, ideato e realizzato in Italia, è prodotto in collaborazione con Mixcycling®, neonata start-up specializzata nella creazione di miscele a base di materiali organici, con un mix composto al 100% da materie plastiche riciclabili e da scarti di lavorazione naturali a cui viene data una seconda vita.
“In questo periodo che ha messo a dura prova le nostre vite ed economie, abbiamo sentito la responsabilità di dare un contributo concreto – dichiara Gianni Tagliapietra, CEO di Labrenta – Abbiamo ideato Handlessdoor partendo dalle esigenze dei nostri collaboratori, mantenendo fede all’impegno nei confronti dell’ambiente che ci contraddistingue. Il dispositivo, infatti è composto da materiale proveniente da scarto vegetale e la sua matrice polimerica è completamente riciclata. Siamo a completa disposizione per collaborare con chiunque voglia installarlo nel proprio ambiente di lavoro ”.
L’innovazione predominante riguarda l’integrazione di ioni d’argento, che garantiscono sia un’attività antimicrobica che battericida, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, fino a fine vita del dispositivo, inibendo la crescita e la proliferazione di batteri patogeni fino al 99,99%. Il design di Handlessdoor è registrato a livello europeo, ordinabile in quattro colori – nero, bianco, marrone e silver – e il prodotto sarà disponibile all’acquisto da inizio maggio. Inoltre Labrenta è in attesa del rilascio della certificazione di IMSL, un prestigioso laboratorio inglese, secondo il test ISO 22196/2011.
Per informazioni e richieste scrivere a marketing@labrenta.com

A questo link un breve video che spiega il funzionamento di Handlessdoor:
https://www.youtube.com/watch?v=AEFgB0GwF80

DELIVERNYÙ: LA CUCINA DEL GELLIUS DIVENTA D’ASPORTO

DELIVERNYÙ: LA CUCINA DEL GELLIUS DIVENTA D’ASPORTO

Il servizio permetterà di ricevere a casa alcune delle specialità del ristorante di Oderzo (TV), dall’antipasto al dolce. Si comincia venerdì 24 aprile con consegne anche fuori provincia

Ingredienti selezionati, piatti stagionali e istruzioni per gustarli al meglio nella propria casa: questo è Delivernyù, il nuovo menu da asporto ideato dal Gellius di Oderzo (TV). Dal 24 aprile, il servizio sarà attivo dal venerdì alla domenica e proporrà antipasti, primi e secondi, ma anche pane e dolci, oltre ad una selezione di vini dalla carta del ristorante.
“In un periodo in cui la convivialità del ristorante viene a mancare – spiega lo chef Alessandro Breda – Delivernyù nasce per portare i profumi e i sapori dei nostri piatti direttamente nelle case dei nostri clienti che vogliono concedersi una cena piacevole e speciale. Per creare il menu abbiamo selezionato alcune proposte del bistrot Nyù e del Gellius: piatti che rispecchiano la nostra cucina equilibrata e familiare, caratterizzata da ingredienti stagionali di alta qualità”.
Tra i piatti disponibili sono presenti specialità di pesce, come il tonno Tataki al caramello di soia e l’astice blu con fregola sarda, ma anche di carne, come la scaloppa arrosto di fegato d’oca, i bigoli al ragù di Chianina o la guancia di Sorana cotta in Cocotte. Tra le proposte non manca lo spazio per i dolci e i panificati, con la possibilità di ordinare la pagnotta di pane con farina di Grani Antichi realizzata dal ristorante.
Le preparazioni vengono consegnate assieme alle istruzioni per rigenerarle al meglio nella cucina di casa, al fine di mantenere intatti gli aromi e i sapori. Tutte rispettano inoltre la catena del freddo e possono essere consumate fino a 4 giorni dopo la consegna.
Le consegne, che prevedono un ordine minimo di 70 euro, sono disponibili all’interno del comune di Oderzo al costo di 5 euro, in tutto il trevigiano e anche fuori dalla provincia, con costi di consegna variabili a seconda della distanza.
Il menu e i contatti per completare l’ordine sono disponibili sulle pagine social del ristorante Gellius: www.facebook.com/RistoranteGellius e www.instagram.com/gellius_ristorante_bar

ONLINE IL NUMERO 2 DI VINNATUR MAGAZINE

ONLINE IL NUMERO 2 DI VINNATUR MAGAZINE

L’Associazione viticoltori naturali ha pubblicato il n. 2 di VinNatur Magazine, a disposizione di soci, stampa e lettori appassionati di vino naturale in formato online e gratuito nelle due versioni italiana e inglese.
In questa edizione, introdotto dall’editoriale di Alessandro Maule dal titolo La nostra strada è tutta in salita, è presentato il logo garanzia di qualità a disposizione dei vignaioli soci da oltre due anni, pensato per identificarsi in modo più semplice e chiaro sul mercato. La società di consulenza Vitenova Vine Wellness presenta uno studio sull’espressione genica differenziale in un vigneto, mentre la penna elegante e poetica di Jean-Marc Gatteron, editore della rivista francese Le Rouge & le Blanc, si può apprezzare sia in lingua originale che in traduzione. Il calendario delle ricerche scientifiche riassume i diversi contributi e le principali collaborazioni promosse dall’Associazione dall’anno di fondazione a oggi. Infine la consueta intervista, in questo numero rivolta al botanico Cristiano Francescato, che spiega come le piante spontanee possano essere indicatori di qualità del vigneto.
Il n.2 di VinNatur Magazine è inoltre disponibile sul sito www.vinnatur.org

AIS VENETO: LA CULTURA DEL VINO VIAGGIA ONLINE

AIS VENETO: LA CULTURA DEL VINO VIAGGIA ONLINE

Dal 15 aprile al via incontri formativi dedicati ai corsisti e aperitivi in diretta social con i protagonisti dell’enogastronomia e della cultura veneta

AIS Veneto intensifica la presenza in rete e dà vita agli appuntamenti online dedicati al mondo dei SommelierDal 15 aprile sarà ufficialmente attivo Primo Banco – Formazione online AIS Veneto, con una serie di incontri di approfondimento su Google Meet dedicati agli studenti dei corsi sospesi a causa dell’emergenza Covid-19. Nello stesso giorno si inaugura Aperitivo con AIS Venetodiretta Instagram che alle 19.00 di ogni mercoledì ospiterà i protagonisti del vino, della cucina e dei distillati, ma anche grandi personaggi della cultura, dell’arte e dell’imprenditoria veneta.
“In un momento in cui manca la convivialità dello stare assieme – spiega Marco Aldegheri, Presidente AIS Veneto – diventa più forte il senso di appartenenza dei nostri associati che ci chiedono spazi e opportunità di condivisione. Abbiamo così pensato a due nuovi format in grado di unire condivisione e informazione, dedicati sia ai soci che ai simpatizzanti della nostra Associazione. In queste settimane stiamo inoltre continuando a lavorare sulla rivista e sulla Guida Vinetia 2021: sono un forte segnale per far sapere ai nostri soci e alle aziende che ci siamo e che la formazione e la cultura del vino di AIS Veneto non si fermano.”
L’iniziativa Primo Banco – Formazione online AIS Veneto è organizzata con cadenza settimanale ed è riservata ai corsisti regolarmente iscritti. Prevede lezioni specifiche per le singole classi di allievi, a seconda della sede di iscrizione e del livello di formazione, con argomenti collaterali e focus complementari ai temi trattati durante il corso per Sommelier.
Il format dell’intervista sarà invece al centro degli incontri Aperitivo con AIS Veneto, che saranno aperti a tutti gli appassionati e verranno trasmessi in diretta sul canale Instagram dell’Associazione. Il primo appuntamento è dedicato a Marco Aldegheri, che presenterà i progetti di AIS Veneto, mentre tra i protagonisti dei prossimi incontri sono già stati confermati Simone Padoan de I Tigli, lo scrittore bellunese Francesco VidottoNadia Pasquali del Ristorante alla Borsa di Valeggio sul Mincio, Tiziano Castagnedi di Tenuta Sant’Antonio e Andrea Maschio della Distilleria Bonaventura Maschio.
Il calendario completo degli appuntamenti è disponibile e in aggiornamento sul sito www.aisveneto.it

PHASIANUS E WOHLGEMUTH: I NUOVI VINI MONTE ZOVO RACCONTANO IL TERRITORIO

PHASIANUS E WOHLGEMUTH: I NUOVI VINI MONTE ZOVO RACCONTANO IL TERRITORIO

Nei nomi e nelle etichette delle due novità la storia e le peculiarità della tenuta di Caprino Veronese. Disponibili anche nel nuovo e-commerce

Si arricchisce di due nuovi vini la collezione Monte Zovo. Con il Phasianus Corvina Rosato Verona Biologico IGT e il Wohlgemuth Pinot Grigio delle Venezie Biologico DOC l’azienda agricola di proprietà della famiglia Cottini esprime e valorizza sempre più la ricchezza del territorio della tenuta di Caprino Veronese, dove ha sede la cantina Monte Zovo. Dai vigneti a conduzione biologica di uva Corvina e Corvinone e di Pinot Grigio, Phasianus e Wohlgemuth raccontano storia e peculiarità della tenuta. Il nome latino Phasianus rimanda al fagiano, un tributo che Monte Zovo ha voluto fare alla biodiversità che popola i suoi vigneti nell’Anfiteatro morenico di Rivoli Veronese. Quest’ultimo è presente, come un quadro bucolico, anche nell’etichetta. La seconda novità in casa Monte Zovo si ispira invece al Forte di Rivoli, fortezza austriaca al confine italiano, in passato denominata Forte Wohlgemuth, in ricordo del generale austriaco che lo difese nel 1848. Il Forte, incorniciato dai vigneti Monte Zovo, è rappresentato anche nell’etichetta.
“I nostri vini sono gli ambasciatori della filosofia eco-sostenibile con cui ci prendiamo cura del territorio – afferma Diego Cottini, titolare con la moglie Annalberta e i figli Michele e Mattia – Dal 2018 sono completamente biologici. I vigneti sono inoltre convertiti ad agricoltura biologica e certificati per il rispetto della biodiversità, secondo quanto previsto dallo standard Biodiversity Friend”.
Phasianus e Wohlgemuth fanno parte di Ispirazioni Naturali. La collezione trainata da Calinverno, simbolo della tenuta di Caprino Veronese, è composta anche da Oltremonte Sauvignon e Crocevento Pinot Nero. Prodotto da vigneti ad un’altitudine di 250-300 metri con vendemmia tardiva e senza affinamento in legno, il Phasianus ha un colore rosa salmone chiaro. Con un profumo di bouquet delicato di piccoli frutti di bosco, si presenta piacevolmente secco, fresco e di buona persistenza. Il Wohlghemuth, ottenuto da uve di Pinot Grigio in purezza in vitigni condotti tra i 250 e i 400 metri di altitudine, fermenta in parte in barrique e in parte in acciaio. Si presenta con un colore giallo paglierino intenso, limpido e consistente. Al naso ricorda la frutta gialla matura con piacevoli note dolci, di spezie delicate come la vaniglia e di zucchero filato. In bocca è secco e fresco, con una nota finale di mandorla.
Phasianus e Wohlghemuth sono disponibili anche nel nuovo e-commerce Monte Zovo, oltre che nell’enoteca aziendale. Nel sito www.montezovo.com si potranno trovare tutti i vini Monte Zovo e le stesse promozioni disponibili presso il punto vendita. Sono previste consegne in tutta Italia, con spese di spedizione azzerate per acquisti superiori ai 70€. Sono 10.000 le bottiglie prodotte per entrambe le novità. Il prezzo di vendita nello shop online è di 15.50 euro per il Phasianus e di 14.50 euro per il Wohlgemuth.

ASOLO PROSECCO: +10,4% DI VENDITE NEL PRIMO TRIMESTRE 2020

ASOLO PROSECCO: +10,4% DI VENDITE NEL PRIMO TRIMESTRE 2020

Sono già a quota 4 milioni le bottiglie collocate sul mercato. Zamperoni: “Accessibilità e forte radicamento territoriale le caratteristiche vincenti”

L’Asolo Prosecco ha chiuso il primo trimestre del 2020 con un incremento di vendite del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. La più piccola delle tre denominazioni del mondo del Prosecco da gennaio a marzo ha collocato sul mercato 4 milioni di bottiglie contro i 3,6 milioni della chiusura trimestrale dell’anno scorso.
“Ovviamente, alla luce del difficile contesto che stiamo vivendo, restiamo estremamente cauti nella valutazione delle dinamiche commerciali – afferma il presidente del Consorzio Asolo Prosecco, Ugo Zamperoni – tuttavia i dati della nostra denominazione sembrano sottolineare che il consumatore fa sempre maggiore affidamento su vini che sappiano coniugare accessibilità e forte radicamento territoriale, che sono le caratteristiche tipiche dell’Asolo Prosecco, le stesse che ci avevano consentito di chiudere il 2019 alla storica quota di 17 milioni di bottiglie vendute, con una crescita del 35% rispetto ai 12,6 milioni del 2018. Insomma, pur con tutta la prudenza del caso, si conferma la crescita della fiducia del mercato nei nostri confronti”.
Che l’identificazione territoriale sia uno degli elementi cardine dell’Asolo Prosecco lo conferma una ricerca condotta alla fine dello scorso anno da Bva Doxa per conto del Consorzio di tutela, nella quale si evidenzia una sostanziale coincidenza tra la quota di popolazione italiana che conosce la cittadina di Asolo (26%) con quella dei consumatori di spumanti che hanno già avuto occasione di bere l’Asolo Prosecco (22%). “La crescita della denominazione – aggiunge Zamperoni – ci dice che probabilmente si è avvicinata all’Asolo Prosecco anche una parte di quel 23% di consumatori che avevano affermato di conoscere la nostra denominazione, ma di non averne ancora provato i vini al momento dell’intervista”. Ben il 72% dei consumatori di Asolo Prosecco pensa che sia un vino ideale per l’aperitivo, abitudine che evidentemente non è venuta a mancare neppure tra le mura domestiche nei tempi dell’emergenza sanitaria.

PASQUA IN CASA CON I VINI DELLA BREGANZE DOC GRAZIE ALLA CONSEGNA A DOMICILIO

PASQUA IN CASA CON I VINI DELLA BREGANZE DOC GRAZIE ALLA CONSEGNA A DOMICILIO

Le aziende del Consorzio Breganze semplificano le modalità per ricevere i loro vini. Possibilità di ordinare via telefono, email o attraverso gli shop online di tredici cantine

Una Pasqua diversa dalle altre, ma sempre con i vini della DOC Breganze. Tredici aziende del Consorzio Tutela Vini DOC Breganze hanno potenziato i servizi di consegna a domicilio in tutto il territorio della DOC e nei comuni limitrofi. Un modo per dare la possibilità di non rinunciare al piacere di un buon bicchiere di vino, anche in questo momento in cui gli spostamenti per la Pasqua sono limitati dall’emergenza Covid-19. L’ordine può essere fatto telefonicamente o via mail. Alcune aziende hanno inoltre potenziato lo shop online e previsto spedizioni in tutto il territorio nazionale, anche gratuitamente. Sarà così possibile anche quest’anno portare in tavola la nuova annata di Vespaiolo, il Torcolato e gli altri vini della DOC Breganze, e godere degli abbinamenti con i prodotti stagionali senza alcuna difficoltà.
Le aziende che forniscono il servizio sono: Ca’ Biasi, Cantina Beato Bartolomeo da Breganze, Coldovigo, Contrà Soarda, Firmino Miotti, IoMazzucato, La Costa Fattoria Sociale, Le Colline di Vitacchio, Le Vie di Angarano, Le Vigne di Roberto, Maculan, Transit Farm e Vitacchio Emilio.
“L’emergenza legata al Covid-19 – spiega Elvio Forato, presidente del Consorzio Breganze – ha costretto molti soci a chiudere i punti vendita per motivi di sicurezza e ha limitato, come ben sappiamo, gli spostamenti. Non si ferma però il lavoro in cantina e si sente forte la voglia di essere vicini ai clienti. Le aziende della Doc Breganze si sono quindi attivate per un obiettivo preciso: restare a casa senza rinunciare al piacere di un buon vino”.
L’elenco completo delle aziende che effettuano consegne a domicilio e le modalità precise del servizio sono disponibili sul sito del Consorzio www.breganzedoc.it e nelle pagine Facebook e Instagram istituzionali www.facebook/BreganzeDocwww.instagram.com/breganzedoc.


Pubblicità su questo blog
iCru
Direttore responsabile: Michele Bertuzzo
In redazione: Davide Cocco, Anna Sperotto, Giada Azzolin, Carlotta Faccio, Chiara Brunato, Marco Zanella, Irene Graziotto, Marta Xerra, Elena Scarso, Micaela Tussetto

CRU STUDIO ASSOCIATO

Viale Verona, 98
36100 Vicenza, Italia

Tel +39 0444 042110
Cell / Whatsapp +39 393 8168013

NEWSLETTER

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo Cru puoi iscriverti alla nostra newsletter, assolutamente aperiodica.
Per farlo clicca qui

Scrivici
Loading...