+39 0444 042110 info@studiocru.it
CASTELLO DI CIGOGNOLA E GAMBERO ROSSO INSIEME PER IL TRE BOTTIGLIE TOUR

CASTELLO DI CIGOGNOLA E GAMBERO ROSSO INSIEME PER IL TRE BOTTIGLIE TOUR

Cinque menu degustazione con abbinamenti a vini di Castello di Cigognola nei locali premiati dalla Guida Ristoranti d’Italia 2020. Prima tappa giovedì 30 gennaio a La Baita di Faenza

Castello di Cigognola e Gambero Rosso compagni di viaggio alla scoperta di alcuni tra i migliori wine bar premiati dalla Guida Ristoranti d’Italia 2020. Il Tre Bottiglie Tour prevede cinque serate con menu degustazione di piatti tipici regionali abbinati ai vini dell’Azienda dell’Oltrepo’ Pavese.
Protagonista enoica delle serate sarà la selezione Moratti di Castello di Cigognola, dedicata al Pinot Nero nella versione Metodo Classico Blanc de Noirs. Con Gabriele Moratti, figlio di Gian Marco e Letizia, l’Azienda ha inaugurato una nuova fase che pone al centro del progetto proprio il pinot nero, vitigno che nella zona dell’Oltrepò Pavese trova un’eccellente maturazione fenolica, attestandosi come testimone autorevole della qualità del territorio.
Gli appuntamenti saranno condotti dal giornalista Lorenzo Ruggeri del Gambero Rosso, che illustrerà ai presenti gli abbinamenti enogastronomici della serata. I locali coinvolti nell’iniziativa sono cinque tra i dieci premiati con le Tre Bottiglie dalla Guida Ristoranti d’Italia 2020, massimo riconoscimento assegnato a enoteche, ristoranti e wine bar per l’eccellenza della loro proposta in mescita. La prima tappa si terrà giovedì 30 gennaio 2020 a La Baita di Faenza. Enoteca, gastronomia e osteria di Fabio Olmeti che nei menu dimostra una particolare sensibilità per territorio e stagionalità. Il menu previsto esordirà con un Crostone con coppa di testa e salsa verde abbinato a Moratti Cuvée ‘More Pas dosé, al quale seguiranno le Polpette di Cappone con crudo di cicoria e acciughe esaltate dal Moratti Cuvée ‘More Brut. Il primo piatto sarà un Risotto con cime di rapa e aringa affumicata accompagnato da Moratti Cuvée dell’Angelo 2012, di maggiore complessità e profondità rispetto ai due Pinot Nero d’entrata, grazie ai 72 mesi di affinamento sui lieviti. A seguire, il Cotechino artigianale con purè di patate e mostarda che ben dialogherà con Per Papà 2013, Nebbiolo proveniente da un vigneto di tre ettari che presenta il marchio Castello di Cigognola, dedicato ai vini fermi.
Le altre tappe del Tre Bottiglie Tour saranno mercoledì 24 marzo allo storico Trimani – Il Wine Bar di Roma, martedì 28 aprile all’Enoteca Fiorentina di Firenze, lunedì 18 maggio alla Rimessa Roscioli, sempre nella Capitale, e infine giovedì 17 settembre all’Enoteca Marcucci a Pietrasanta.
Per partecipare alle cene del Tre Bottiglie Tour si richiede la prenotazione direttamente ai recapiti dei locali, dati i posti limitati. Il prezzo di ogni serata è di 35 euro a persona.

 

Ufficio Stampa Castello di Cigognola

Alessandra Zambonin

Giulia Tirapelle

BROLO DEI GIUSTI IN VETRINA AD ANTEPRIMA AMARONE

BROLO DEI GIUSTI IN VETRINA AD ANTEPRIMA AMARONE

Con un banco interamente dedicato alla linea per l’alta ristorazione, Cantina Valpantena presenta l’annata 2016. Dall’1 al 2 febbraio in Gran Guardia a Verona

La linea Brolo dei Giusti di Cantina Valpantena tra i protagonisti della 17esima edizione di Anteprima Amarone 2016. Per la prima volta l’azienda cooperativa di Quinto Valpantena sarà presente, l’1 e il 2 febbraio al palazzo della Gran Guardia di Verona, con uno stand interamente dedicato al Brolo dei Giusti. A rappresentare il marchio più prestigioso della Cantina ci sarà, in anteprima assoluta, l’Amarone della Valpolicella DOCG Brolo dei Giusti 2016. In degustazione con la nuova annata anche l’Amarone Brolo dei Giusti 2011. Raddoppia così la presenza dell’azienda alla manifestazione dedicata ai grandi rossi della Valpolicella e promossa dal Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella. Oltre allo stand dedicato al Brolo dei Giusti, viene mantenuto infatti anche il banco di Cantina Valpantena, dove si potranno degustare le annate 2015 e 2016 dell’Amarone Torre del Falasco.
“Si tratta – afferma il presidente Luigi Turco – di un importante riconoscimento non solo del ruolo di Cantina Valpantena come uno dei principali attori a livello internazionale della denominazione Valpolicella, ma anche della crescita qualitativa della nostra linea per l’alta ristorazione, Brolo dei Giusti”.
Frutto della cura costante della vigna e della selezione delle uve più pregiate, la linea Brolo dei Giusti viene prodotta solo nelle annate migliori, con tiratura limitata, per essere rivolta alla ristorazione. Corvina Veronese, Corvinone e Rondinella sono i tre vigneti impiegati e condotti direttamente da parte dell’azienda. Le vigne, distribuite nel cuore della Valpantena, sono coltivate in parte a pergola e in parte a guyot, in due piccoli appezzamenti (2,5 e 3 ettari) e in uno più grande di 13 ettari. Quest’ultimo campo, racchiuso tra siepi, alberi di ulivo e marogne – i tradizionali muretti a secco della Valpolicella – assume le caratteristiche di un vero e proprio “brolo”, come descritto dalla cultura contadina. Il “Giusto” evocato dal nome rappresenta invece un omaggio all’agricoltore, che finito di lavorare si siede sui muretti a secco della sua terra ad ammirare la bellezza delle vigne e della natura. L’Amarone della Valpolicella DOCG Brolo Dei Giusti e il Valpolicella Superiore DOC sono al centro di questa linea, realizzata per tramandare la saggezza della memoria e della tradizione della Valpantena.
L’Amarone della Valpolicella DOCG Brolo dei Giusti 2016 sarà disponibile dal 2025.

COSMODONNA: L’UNIVERSO DONNA PER QUATTRO GIORNI A BRESCIA

COSMODONNA: L’UNIVERSO DONNA PER QUATTRO GIORNI A BRESCIA

Tempo libero e tendenze, ma anche incontri dedicati al benessere femminile con ASST Spedali Civili, Gruppo San Donato e Fondazione Poliambulanza. Appuntamento dal 20 al 23 marzo 2020 a Brescia

A Brescia è nata Cosmodonna, la prima fiera italiana dedicata al mondo femminile in programma al Brixia Forum dal 20 al 23 marzo 2020. Le visitatrici saranno le protagoniste di quattro giornate interamente rivolte alla donna, potranno conoscere i maggiori esperti del benessere femminile, partecipare a laboratori e incontri dedicati al tempo libero, alla maternità, alla cosmetica e all’abbigliamento e potranno acquistare direttamente migliaia di prodotti provenienti da tutto il territorio nazionale.
Per migliorare l’esperienza fieristica, gli oltre 300 espositori saranno suddivisi in otto aree tematiche dedicate ad accessori moda, abbigliamento, cosmetica e cosmeceutica, creatività, mondo mamma, sport e tempo libero, oggettistica e professionisti. In fiera saranno allestite sei aree eventi dove troveranno spazio 130 appuntamenti ideati per soddisfare le esigenze di qualunque donna: laboratori creativi, esibizioni seminari, conferenze, sfilate e beauty experience.
È stata inoltre sancita un’importante collaborazione con l’ASST Spedali Civili, i tre istituti ospedalieri di Brescia del Gruppo San Donato – Istituto Clinico S. Anna, Istituto Clinico Città di Brescia e Istituto Clinico San Rocco di Ome – e Fondazione Poliambulanza, che tratteranno tematiche specifiche inerenti la promozione della salute e del benessere psicofisico della donna.
“I professionisti dell’Asst Spedali Civili – dichiara Annamaria Indelicato, Direttore Socio-Sanitario – presenteranno alle donne percorsi dedicati alla gravidanza, al momento del parto, alla menopausa e alla salute del bambino attraverso la lettura. Affronteranno inoltre un tema di grande attualità relativo alla prevenzione e al trattamento dei tumori ereditari dell’ovaio e della mammella”.
“E’ un’importante opportunità per sensibilizzare il pubblico femminile sul valore della promozione della salute in generale e sulle problematiche legate all’invecchiamento come fattore di rischio per le malattie degenerative – chiarisce Alessandro Triboldi, Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza – In particolare i nostri medici terranno interventi focalizzati sulla salute al femminile, la medicina rigenerativa e le patologie ginecologiche, il rischio cardiovascolare nella donna, le malattie del tessuto adiposo sottocutaneo e le possibili risoluzioni. Temi di interesse comune, su cui è necessario fare chiarezza per affrontare le diverse problematiche sotto il profilo scientifico, contrastando la diffusa disinformazione che spesso circola sul web”.
“A Cosmodonna porteremo la competenza del Gruppo San Donato sui temi della prevenzione e della cura – afferma il dottor Nicola Bresciani, AD degli Istituti Ospedalieri Bresciani del Gruppo San Donato – Tra i nostri progetti presenteremo la Breast Unit dell’Istituto Clinico S. Anna, riconosciuta a livello internazionale, che ha ottenuto di recente 2 Bollini Rosa dalla Fondazione Onda per l’impegno nel costruire un percorso di cura multidisciplinare, dove la paziente viene sostenuta anche dal punto di vista emotivo”.
Accanto agli approfondimenti dedicati alla salute, nelle quattro giornate non mancheranno presentazioni di libri, racconti di viaggio e monologhi al femminile, ma anche lezioni di discipline sportive e workshop artistici.
Il biglietto di ingresso per Cosmodonna è disponibile al costo di €10,00 sul sito www.cosmodonna.it o direttamente in cassa durante i giorni della fiera.

COSMOGARDEN 2020: LA FIERA DI BRESCIA TORNA A TINGERSI DI VERDE

COSMOGARDEN 2020: LA FIERA DI BRESCIA TORNA A TINGERSI DI VERDE

Dal 3 al 6 aprile torna al Brixia Forum la fiera dedicata al garden design. Tra le novità un’area per la sostenibilità ambientale e una rivolta ai protagonisti di questa edizione, i progettisti del verde

Brescia si prepara a rifiorire con la seconda edizione di Cosmogarden. Il mondo del giardinaggio e del garden design si incontreranno al Brixia Forum dal 3 al 6 aprile 2020, con quattro giorni di appuntamenti rivolti al pubblico di appassionati e professionisti. Tra le novità della fiera anche un’area dedicata all’ecologia e uno spazio che ospiterà i migliori professionisti della progettazione del verde.
Per rispondere alle esigenze degli operatori e potenziare le occasioni di incontro Cosmogarden diventa La Biennale del verde, punto di riferimento per il settore dove, ogni due anni, sarà possibile per il pubblico seguire i principali trend e per le aziende avere il tempo di sviluppare e proporre novità.
“Al centro di questa seconda edizione di Cosmogarden – spiega Mauro Grandi, direttore del gruppo Area Fiera – ci sarà la valorizzazione della figura del progettista come punto di incontro tra le esigenze del cliente e le soluzioni offerte dagli operatori del settore. Da qui la scelta di creare una nuova area espositiva interamente dedicata a studi e liberi professionisti che vorranno mettere le proprie competenze al servizio dei visitatori e la collaborazione con Houzz, portale americano dedicato ad architettura, interior design e progettazione del paesaggio.”
A Cosmogarden saranno presenti oltre 300 espositori nazionali e internazionali che saranno suddivisi in sette aree tematiche dedicate, oltre alla progettazione e all’Ecolife, anche ai costruttori di giardini, all’interior garden, all’arredo giardino e alle attrezzature, assieme ad uno polo dedicato all’acquisto di sementi, piante e fiori provienienti da ogni parte del mondo.
I visitatori potranno incontrare direttamente agli stand i professionisti del settore e fare acquisti dai migliori produttori, che porteranno in fiera soluzioni di arredamenti indoor e outdoor, verde verticale, installazione artistiche e soluzioni di gardening con una grande attenzione al biologico e all’ecosostenibilità.
Dopo il successo dello scorso anno si preannuncia ancora più ricco il calendario degli eventi in programma, che raggiungeranno il centinaio. Durante le quattro giornate di fiera non mancheranno gli appuntamenti pensati per hobbisti, come gli incontri dedicati alla potatura di vite e olivo o alla coltivazione biologica, e per i professionisti, con una serie di incontri rivolti agli operatori del settore, che permetteranno agli agronomi l’acquisizione di crediti formativi.
Cosmogarden coinvolgerà anche quest’anno le scuole con la Coppa Cosmogarden, aperta a sei istituti superiori. Il tema di questa edizione è “Giardino in terrazzo” che gli studenti potranno ideare e realizzare durante la fiera. Si ripeterà inoltre l’iniziativa fotografica dedicata ad appassionati e professionisti, che avrà come tema il “Verde urbano”.
Il biglietto di ingresso per Cosmogarden è disponibile al costo di €10,00 per l’intero e di €7,00 per il ridotto ed è acquistabile direttamente in cassa il giorno della manifestazione o sul sito www.cosmogarden.it

L’ANTEPRIMA DEL CHIARETTO DIVENTA INTERNAZIONALE: INSIEME AL VINO ROSA DI BARDOLINO E DELLA VALTÈNESI ANCHE I FRANCESI DEL TAVEL

L’ANTEPRIMA DEL CHIARETTO DIVENTA INTERNAZIONALE: INSIEME AL VINO ROSA DI BARDOLINO E DELLA VALTÈNESI ANCHE I FRANCESI DEL TAVEL

Alla Dogana Veneta di Lazise (Verona) l’8 e il 9 marzo la dodicesima edizione della rassegna

Il grande evento dedicato al vino rosa gardesano sta per tornare: domenica 8 e lunedì 9 marzo la Dogana Veneta di Lazise (Verona) ospiterà la dodicesima edizione de L’Anteprima del Chiaretto. In degustazione ci sarà l’annata 2019 del Chiaretto di Bardolino, il vino rosa ottenuto da uve Corvina che nasce sulla sponda veronese del lago di Garda, insieme con il Valtènesi, il vino rosa della riva lombarda, a base prevalentemente di Groppello.
Quest’anno, inoltre, L’Anteprima del Chiaretto diventa internazionale: per la prima volta in assoluto, ospiterà infatti i vini della nuova annata dell’AOC francese Tavel, denominazione situata nella Valle del Rodano che a partire dagli anni ‘30 del Novecento, prima tra tutti, ha previsto esclusivamente vini rosé all’interno del proprio disciplinare. Honoré De Balzac definì il Tavel “il re dei rosé”.
“Ad accomunare i produttori gardesani e quelli francesi di Tavel – dice il presidente del Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino, Franco Cristoforetti – è l’origine storica dei rispettivi vini rosa, che risale in entrambi i casi all’epoca romana”.
La manifestazione è organizzata dal Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino in collaborazione con il Consorzio Valtènesi e il Comune di Lazise.
Il banco d’assaggio sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18 la domenica e dalle 14 alle 18 il lunedì. Insieme con i vini della nuova annata 2019, ai tavoli dei produttori saranno disponibili anche il Chiaretto di annate precedenti e il Chiaretto Spumante. In tutto i vini in degustazione saranno più di cento.
Il costo del kit di degustazione è di € 15 per l’intero e di € 10 per il ridotto, riservato a chi prenota online tramite il sito www.anteprimachiaretto.it e per i soci Ais, Onav, Fis, Slow Food, Fisar. L’ingresso è gratuito per gli operatori. Ulteriori agevolazioni sono previste per i residenti nel Comune di Lazise.

INFO IN BREVE | Anteprima Chiaretto
Data: domenica 8 (ore 10-18) e lunedì 9 marzo 2020 (ore 14-18).
Luogo: Dogana Veneta di Lazise (VR).
Biglietto: Costo intero del kit di degustazione € 15. Prezzo ridotto € 10 per tutti coloro che prenoteranno sul sito e per i Soci Ais, Onav, Fis, Slow Food, Fisar.
Le degustazioni in Dogana Veneta sono libere per chi ha acquistato il kit.
Info: www.anteprimachiaretto.it

AIS VENETO: 28 CORSI PER FORMARE I NUOVI ESPERTI DEL VINO

AIS VENETO: 28 CORSI PER FORMARE I NUOVI ESPERTI DEL VINO

I percorsi formativi sono rivolti agli appassionati, ma anche ai futuri Sommelier. Lezioni in partenza il 21 gennaio 2020

Dopo il successo del Congresso Nazionale dello scorso novembre, AIS Veneto punta sempre di più sulla formazione dei suoi associati e presenta 28 nuovi corsi dedicati ai futuri Sommelier. Le prime lezioni prenderanno il via il 21 gennaio 2020 a Padova, mentre nelle settimane successive i corsi inizieranno in altre sedici città del Veneto con appuntamenti dedicati al primo, al secondo e al terzo livello.
“Quella del Sommelier – spiega Marco Aldegheri, Presidente di AIS Veneto – è sempre più una figura fondamentale non solo per il mondo della ristorazione e della produzione del vino, ma per l’intera filiera dell’accoglienza. Un ruolo chiave, come emerso dai tavoli di lavoro del recente Congresso Nazionale AIS che ha messo a fuoco il tema dell’enoturismo”.
“Il turismo del vino – continua Aldegheri – è una grande opportunità per i nostri ragazzi e per i tanti appassionati, ci spinge oggi a investire in una proposta formativa coinvolgente in grado di fornire anche tutti gli strumenti professionali indispensabili per un operatore enoturistico”.
In questa direzione si spinge lo sforzo di AIS Veneto di proporre corsi in orari pomeridiani o mattutini, più adatti alle esigenze di coloro che cercano uno sbocco lavorativo grazie a questo tipo di formazione o che intendono qualificare le loro competenze se già inseriti nel settore.
Tra gli appuntamenti proposti per il nuovo semestre sono stati infatti confermati il secondo livello pomeridiano a Venezia, in programma da lunedì 27 gennaio alle 15.30 all’Hotel Amadeus, e il primo livello del sabato mattina a Padova, in partenza l’8 febbraio alle 9.30 all’Hotel Net Tower. A partire dal 1 febbraio anche la provincia di Verona avrà per la prima volta un corso il sabato mattina, ospitato dall’Hotel Expo di Villafranca alle 9.30.
I nuovi corsisti, oltre alla selezione di strumenti didattici AIS, riceveranno un kit di essenze per allenare la memoria olfattiva. Avranno inoltre la possibilità di usufruire del finanziamento a interessi zero, dilazionando il pagamento del corso in sei rate mensili grazie al supporto di Consel/Banca Sella.
Si rinnova infine la collaborazione di AIS Veneto con WSET – Wine and Spirits Education Trust, ente inglese leader nella formazione internazionale su vino e distillati. Il corso di secondo livello, a cui hanno accesso con una tariffa vantaggiosa i Sommelier che hanno già concluso il percorso AIS, è in programma per il fine settimana dal 31 gennaio al 2 febbraio a Verona.
Tutte le informazioni relative ai corsi e all’iscrizione si trovano sul sito www.aisveneto.it/corsi

VINNATUR GENOVA 2020: OLTRE 100 PRODUTTORI PER UN VINO NATURALE SENZA CONFINI

VINNATUR GENOVA 2020: OLTRE 100 PRODUTTORI PER UN VINO NATURALE SENZA CONFINI

Il programma della manifestazione dedicata ai vini naturali si arricchisce grazie alla collaborazione con il Genova Wine Festival e la presenza dei vignaioli spagnoli di Vella Terra

VinNatur Genova, in programma domenica 23 e lunedì 24 febbraio ai Magazzini del Cotone al Porto Antico, porterà nel capoluogo ligure 105 produttori di vino naturale provenienti da Italia, Spagna, Francia e Slovenia.
L’edizione 2020 sarà all’insegna di sinergie con diversi protagonisti del mondo enologico che condividono la passione per l’artigianalità e la naturalità del vino. VinNatur Genova, infatti, sarà l’evento di apertura della Genova Wine Week, che si concluderà con il Genova Wine Festival, evento organizzato dall’Associazione Papille Clandestine, il 29 febbraio e l’1 marzo a Palazzo Ducale. Nel mezzo, un ricco programma di eventi, convegni e cene con i produttori nei locali della città, in cui il mondo del vino naturale e quello del vino ligure si intrecceranno e dialogheranno. Sarà disponibile in prevendita anche un biglietto cumulativo per gli appuntamenti di VinNatur Genova e Genova Wine Festival.
L’altra importante collaborazione che caratterizza VinNatur Genova è quella con la manifestazione Vella Terra di Barcellona. Giunta nel 2019 alla quarta edizione, Vella Terra è la prima Fiera spagnola indipendente e internazionale dedicata ai vini naturali, che fin dalla nascita si è dimostrata attiva nella ricerca di sinergie con altre fiere indipendenti d’Europa. Il sodalizio con VinNatur si concretizzerà con la presenza di undici produttori, originari della Catalunya, Paìs Vasco, Galicia e Castilla la Mancha tra i banchi di VinNatur Genova, al fine di promuovere tutti insieme la produzione e l’acquisto di vini artigianali, rispettosi del terroir e dell’ambiente.

Tutte le informazioni e la lista completa degli espositori di VinNatur Genova disponibili su www.vinnatur.org/events/vinnatur-genova/producers/

INFO IN BREVE | VinNatur Genova 2020
Data: Domenica 23 e lunedì 24 gennaio 2020
Orari di apertura: dalle 11.00 alle 19.00
Luogo: Magazzini del Cotone – Via Magazzini del Cotone, 35 – Porto Antico di Genova
Ingresso: €15 al giorno, catalogo e calice da degustazione inclusi. Prevendita biglietti sul sito www.eventbrite.it/e/biglietti-vinnatur-genova-2020-86001698395
Genova Wine Week: biglietto cumulativo dei due eventi disponibile su bit.ly/2TkZjoe
Per chi arriva in treno:
– da Stazione Genova Piazza Principe: 10/15 minuti a piedi
– autobus 35 direzione Via Vannucci, discesa Gramsci 2/metrò Darsena oppure 1, partendo dalla fermata Marittima/Principe Fs discesa e capolinea in Piazza Caricamento
– metropolitana, direzione Brignole, discesa San Giorgio.
Cani: non sono ammessi
Info: www.vinnatur.org

PREMIO MACULAN 2020: TORNA LA SFIDA DELL’ABBINAMENTO DOLCE E SALATO

PREMIO MACULAN 2020: TORNA LA SFIDA DELL’ABBINAMENTO DOLCE E SALATO

Al via la terza edizione dell’iniziativa che invita professionisti e appassionati dei fornelli a ideare ed eseguire una ricetta salata abbinata a un vino dolce

Si apre ufficialmente la terza edizione del Premio Maculan, miglior abbinamento dolce-salato, idea di Fausto Maculan e delle figlie Angela e Maria Vittoria.
L’iniziativa nasce con una duplice anima: provocatoria, nella particolarità dell’abbinamento ricetta salata e vino dolce che si contrappone al classico accostamento per concordanza; propositiva, promuovendo una nuova sensibilità verso questa tipologia di vini tra professionisti, appassionati e foodblogger, proponendo ricette facilmente replicabili a casa. Il bando è aperto a tutti, professionisti e semplici appassionati di cucina ed enogastronomia, senza limiti di età.
“L’obiettivo del Premio – spiega Maria Vittoria Maculan, enologo della Cantina – è di esplorare le diverse potenzialità espressive del vino dolce, che la consuetudine troppo spesso limita al solo abbinamento per concordanza con il risultato, talvolta, di scivolare nello stucchevole. L’accostamento con il salato, invece, può riservare piacevoli sorprese e inaspettate armonie di sapori”.
Cantina Maculan di Breganze è famosa per il Torcolato, prodotto con l’autoctona uva vespaiola, e altri vini dolci: Acininobili, Madoro e Dindarello.
I partecipanti saranno liberi di inventare una combinazione cibo-vino senza che quest’ultimo sia necessariamente di Cantina Maculan. “Ad essere premiate saranno fantasia e qualità – continua Angela Maculan, responsabile commerciale – come dimostrato dal vincitore dell’edizione 2019, Simone Gottardello, che ha conquistato la giuria con una Composizione di gambero rosso, maialino e agrumi abbinato al passito i Capitelli 2015 di Cantina Anselmi”.
Per partecipare al concorso è sufficiente compilare la form contatti nel sito www.premiomaculan.net entro venerdì 28 febbraio 2020, inserendo ricetta e foto in allegato. Le quattro proposte più interessanti saranno scelte da un comitato tecnico e gli ideatori saranno chiamati ad esibirsi nella loro preparazione lunedì 23 marzo in Cantina Maculan. Durante la serata conclusiva, i finalisti e le loro creazioni saranno valutati da una giuria di qualità, che a breve sarà rivelata, composta da giornalisti della stampa specializzata, chef ed esperti enogastronomici che al termine dell’evento nomineranno il vincitore. Al primo classificato sarà consegnato il Premio Maculan, un’opera realizzata dall’artista friulano Giulio Menossi, celebre per i suoi mosaici.
Tutte le ricette inviate saranno raccolte in un ricettario pubblicato successivamente sul sito del Premio.
Regolamento e altre informazioni su www.premiomaculan.net.

GRANDE FESTA PER LA DOC BREGANZE: IN SCENA LA PRIMA DEL TORCOLATO 2020

GRANDE FESTA PER LA DOC BREGANZE: IN SCENA LA PRIMA DEL TORCOLATO 2020

Appuntamento domenica 19 gennaio in piazza Mazzini. Cerimonia con panettone al Torcolato per i 25 anni dell’evento e Fruttaio tour in dieci cantine

Domenica 19 gennaio a Breganze è tempo di Prima del Torcolato. La grande festa in piazza Mazzini, promossa dal Consorzio Tutela Vini DOC Breganze e dalla Strada del Torcolato e dei vini di Breganze, avrà quest’anno un sapore ancora più dolce. Alle 16.15 si celebrerà tutti insieme l’anniversario dei 25 anni dell’evento, con il taglio e la distribuzione di un grande panettone al Torcolato. Si terrà poi il momento tanto atteso della spremitura pubblica col torchio a mano delle uve conferite da tutti i produttori della DOC Breganze e l’assaggio del primo Torcolato della vendemmia 2019. Non mancheranno, dalle 14.30, la tradizionale sfilata della Magnifica Fraglia del Torcolato, la nomina dei nuovi confratelli e dell’Ambasciatore del Torcolato nel mondo per il 2020, la giornalista e conduttrice televisiva Alessandra Viero. A presentare la Festa sarà anche quest’anno Franco Ghirardello, speaker di Radio Padova.
Ad animare la giornata ci saranno le visite guidate e le degustazioni nelle dieci cantine aderenti al Fruttaio tour, vedi dove e come nasce il Torcolato. Dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19 i visitatori potranno scoprire le diverse sfaccettature del Torcolato e i vini delle cantine, grazie a ricercati abbinamenti enogastronomici. Pasticceria secca e non solo sarà la proposta delle Colline di Vitacchio Giampietro, mentre nella terrazza naturale di Ca’ Biasi si degusteranno piatti a base di formaggio. Crespelle, cicchetti e frittelle da Firmino Miotti (visite solo il pomeriggio) e ostriche, baccalà alla vicentina e molto altro da IoMazzucato. Con l’assaggio di toresani allo spiedo e polenta la tradizione della DOC Breganze è protagonista alla Cantina Beato Bartolomeo da Breganze. Non solo tanti piatti in abbinamento con il Torcolato ma anche musica nelle cantine Col Dovigo e Transit Farm. Sax di accompagnamento anche per i vini di Maculan da assaggiare con l’Asiago Stravecchio al Torcolato. Taralli al Torcolato tra le proposte di Vitacchio Emilio, canederli, affettati, zaletti e cantucci quelle delle Vigne di Roberto.
Infine, appuntamento fin dalla mattina in piazza Mazzini con la mostra mercato dei prodotti tipici della Strada del Torcolato e dei vini di Breganze. Dal primo pomeriggio degustazione dei Torcolati dei produttori della DOC Breganze, con possibilità di acquistare le bottiglie. Inoltre per tutto il pomeriggio si potrà salire sulla Torre Diedo per un brindisi ad alta quota nel campanile di Breganze.
Per info: www.breganzedoc.it

PRIMA DEL TORCOLATO IN BREVE

Quando: domenica 19 gennaio 2020
Dove: Piazza Mazzini – Breganze (VI)
Orario Fruttaio Tour: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00
Orario Cerimonia: dalle ore 14.30 alle 17.00
Parcheggio: gratuito

GOURMANDIA 2020: A TREVISO LA MANIFESTAZIONE DEDICATA AGLI ARTIGIANI DEL GUSTO

GOURMANDIA 2020: A TREVISO LA MANIFESTAZIONE DEDICATA AGLI ARTIGIANI DEL GUSTO

All’Opendream – Ex Area Pagnossin, dal 25 al 27 aprile 2020 in scena la quinta edizione dell’evento ideato dal Gastronauta Davide Paolini.
Filo conduttore: Dire, Fare…Bere e Mangiare, ovvero il cibo come esperienza

Torna l’appuntamento più goloso della primavera trevigiana: il 25, 26 e 27 aprile negli spazi dell’Opendream – Ex Area Pagnossin di Treviso va in scena Gourmandia, l’evento dedicato agli artigiani del cibo ideato dal giornalista enogastronomico e fondatore del Gatronauta Davide Paolini.
Il filo conduttore della manifestazione, giunta quest’anno alla sua quinta edizione, è il cibo vissuto come esperienza: cibo non solo da guardare e da mangiare, ma da toccare con mano e modellare. Il cibo pensato come momento da vivere. Per questo motivo il titolo che accompagnerà Gourmandia 2020 sarà Dire, fare…bere e mangiare, che vuole sottolineare il fatto che il gusto è prima di tutto una questione di esperienza. Largo spazio dunque a laboratori di cucina e a momenti creativi e di sperimentazione.
Protagonisti dell’evento saranno, come sempre, gli artigiani del gusto con una grande selezione di prodotti di qualità, nuove scoperte gastronomiche del Gastronauta da assaggiare e acquistare.
In preparazione inoltre un ricco calendario di incontri, dibattiti e show cooking con i grandi nomi della cucina italiana.
L’evento sarà aperto al pubblico. Ingresso a pagamento.
Info: gourmandia.gastronauta.it | info@gastronauta.it

_____________________

Gourmandia in breve
Quando: dal 25 al 27 aprile 2020
Dove: Opendream – Ex Area Pagnossin – via Noalese 94, Treviso
Ingresso adulti: 12 euro
Ingresso bambini (6-12 anni): 5 euro


Pubblicità su questo blog
iCru
Direttore responsabile: Michele Bertuzzo
In redazione: Davide Cocco, Anna Sperotto, Alessandra Zambonin, Chiara Brunato, Irene Graziotto, Giulia Tirapelle, Cecilia Bay, Sara Panizzon, Luca Faccincani, Giulia Cecchinato, Elena BEvilacqua, Stefania Borin, Roberta Cozza

CRU STUDIO ASSOCIATO

Viale Verona, 98
36100 Vicenza, Italia

Tel +39 0444 042110
Cell / Whatsapp +39 393 8168013

NEWSLETTER

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo Cru puoi iscriverti alla nostra newsletter, assolutamente aperiodica.
Per farlo clicca qui

Scrivici
Loading...