+39 0444 042110 info@studiocru.it
SEI CLASSICI PER SEI REGINE: OSTRICHE E BOLLICINE ALL’ANTEPRIMA DI CITTADELLARTEVINO

SEI CLASSICI PER SEI REGINE: OSTRICHE E BOLLICINE ALL’ANTEPRIMA DI CITTADELLARTEVINO

Sabato 28 settembre la serata di degustazione guidata dal Sommelier Master Class Alessandro Scorsone e dal selezionatore e importatore di ostriche Pietro Nughes

 

La seconda edizione di CittadellArteVino, manifestazione nata per unire la dimensione enologica e la sfera artistica, sarà preceduta da un’anteprima in programma il 28 settembre alle ore 18.00 in Villa Colombara a Cittadella (Padova) dal titolo Sei Classici per sei Regine. I partecipanti degusteranno ostriche e bollicine guidati da Alessandro Scorsone, Sommelier Master Class, Maestro cerimoniere di Palazzo Chigi, giornalista e responsabile della Guida Vini Buoni d’Italia, e da Pietro Nughes, selezionatore e importatore di ostriche da oltre dieci anni. Gli ospiti assaggeranno sei diverse tipologie di molluschi in abbinamento a sei Metodo Classico dell’Azienda Agricola Nicola Gatta. Sulle colline calcaree di Gussago (Brescia), nella zona più orientale della Franciacorta, Nicola Gatta si dedica alla viticoltura biodinamica, senza l’utilizzo di diserbanti e prodotti chimici in vigna e solo fermentazioni spontanee con lieviti indigeni naturalmente presenti sulle bucce in cantina. Per quanto riguarda le “regine dei molluschi”, cinque delle sei varietà provengono dalla Francia: le due Fine de Claire, allevate da due diverse Maison nel bacino Marennes-Oléron sulla costa occidentale, saranno abbinate al Quattrocento Extra Brut e al Rosé de Noirs Nature; l’ostrica della selezione Les Huitres de Monsieur Jean Paul Huitres allevata in Normandia si degusterà con il Blanc de Blancs Nature; la varietà Marie Morganes di Brest, Bretagna, si accompagnerà al Blanc de Noirs Nature; la Perla de l’Imperatrice, Special originaria della zona di Cape Ferret, Gironda, sarà proposta con il Molener Extra Brut. L’ultima ostrica in degustazione, la varietà Regal allevata nella Clew Bay di West Port nel nordovest dell’Irlanda, sarà presentata con il Metodo Classico Ombra Cuvée Brut.
L’evento CittadellArteVino si terrà domenica 29 e lunedì 30 settembre in Villa Colombara. La proposta enologica sarà ampia e curata, grazie anche alla partnership con il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza, presente con un tavolo istituzionale. Grande attenzione sarà riposta all’offerta gastronomica: un’area esterna sarà riservata al giardino gourmet, con la presenza della Taverna degli artisti, J’adore Sushi Restaurant, Trattoria ai Mediatori e Zanco Food Project, cinque ristoratori pronti a deliziare tutti i palati, ognuno con la propria proposta e stile.
Sei Classici per sei Regine è una serata su prenotazione e a posti limitati. Per info e prenotazioni visitare www.cittadellartevino.it/anteprima

INFO IN BREVE | Sei Classici per sei Regine – Anteprima CittadellArteVino
Quando:
sabato 28 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Dove: Villa Colombara a Cittadella (Padova)
Biglietti e ingresso: posti limitati, prenotazione e acquisto biglietti esclusivamente online al prezzo di 58 euro
Info e acquisto biglietti: www.cittadellartevino.it/anteprima

Press info:

Giulia Tirapelle
Anna Sperotto

NUOVI CORSI AIS VENETO: CRESCE LA PASSIONE PER IL VINO

NUOVI CORSI AIS VENETO: CRESCE LA PASSIONE PER IL VINO

In costante aumento gli iscritti ai corsi per diventare Sommelier: +5% nei primi sei mesi dell’anno. Dal 9 settembre ripartono le lezioni in tutto il Veneto

I Sommelier AIS Veneto sono sempre più numerosi e l’associazione si prepara a festeggiare un altro traguardo importante: il primo semestre del 2019 ha registrato un +5% del numero dei partecipanti ai corsi e con l’inizio delle lezioni del periodo autunnale sono previsti oltre 1200 iscritti.

La prima data di inizio degli incontri è prevista per lunedì 9 settembre e saranno complessivamente 26 i corsi attivati di primo, secondo e terzo livello. Gli appuntamenti toccheranno tutte le province del Veneto e si concluderanno tra dicembre e febbraio, con gli esami finali.

Con gli ultimi dati relativi ai nostri corsi – spiega Marco Aldegheri, Presidente AIS Veneto – non solo è stato confermato questo trend positivo nell’aumento degli iscritti, ma è emerso inoltre che 1 corsista su 4 partecipa per cercare nuove opportunità lavorative. In un momento in cui l’enoturismo è in forte crescita, in particolare in Veneto, siamo orgogliosi di preparare e affiancare i nostri corsisti in modo che possano trasformare la loro passione in un lavoro vero e proprio”.

Tutti i corsi di AIS Veneto hanno orario serale dalle 20.30 alle 23.00, escluse le lezioni pomeridiane dedicate al primo e al terzo livello che si terranno all’Hotel Amadeus di Venezia dalle 15.30 alle 18.00.

Tutte le informazioni relative ai corsi e all’iscrizione sono disponibili sul sito www.aisveneto.it

Ufficio stampa:

Carlotta Faccio                                                                                                                                                                                                                          Davide Cocco

WARDAGARDA: ARRIVA CHEF ALESSANDRO BORGHESE

WARDAGARDA: ARRIVA CHEF ALESSANDRO BORGHESE

Il conduttore di Alessandro Borghese 4 Ristoranti e Alessandro Borghese Kitchen Sound sarà presente sabato 7 settembre alle ore 16 al convegno di apertura della quarta edizione del festival dedicato all’olio Garda DOP

 

La quarta edizione di WardaGarda si arricchisce della presenza di Chef Alessandro Borghese, atteso sabato 7 settembre alle ore 16 alla tavola rotonda Olio Garda DOP: lo conosci veramente? Nei libri, al ristorante, in tv. Lo chef conduttore di Alessandro Borghese 4 Ristoranti e Alessandro Borghese Kitchen Sound aprirà la due giorni dedicata alla scoperta dell’olio Garda DOP e del suo entroterra, in programma sabato 7 e domenica 8 settembre a Corte Torcolo di Cavaion Veronese (Verona).

Oltre a Chef Alessandro Borghese, durante l’incontro interverrà il professore dell’Università degli Studi di Verona Gian Maria Varanini, studioso di storia medievale che nelle sue ricerche sull’olio, sul vino e sui prodotti caseari ha sempre coniugato aspetti riguardanti la storia alimentare con tematiche economiche, sociali e ambientali. Varanini è anche l’autore di un volume dedicato alla storia dell’olivicoltura sul Garda. Paolo Forelli del locale Speckstube di Malcesine (Verona) e Simone Gottardello, chef del ristorante EVO di Bardolino (Verona), racconteranno invece la loro esperienza nell’utilizzo dell’olio Garda DOP nella ristorazione. Modererà la conferenza Luigi Caricato, oleologo e direttore della rivista OlioOfficina.

WardaGarda è la manifestazione dedicata all’olio Garda DOP e promossa dal Consorzio Olio Garda DOP con il contributo della Regione Veneto e della Pro Loco di Cavaion Veronese. Oltre alla conferenza, durante la manifestazione ci saranno anche un mercatino enogastronomico dove poter acquistare e conoscere i prodotti DOP e IGP del territorio regionale, una mostra fotografica, degustazioni e cucina del territorio a cura della Pro Loco e musica dal vivo. L’obiettivo è la valorizzazione dell’olio gardesano e dei prodotti veneti certificati, oltre che la promozione del turismo responsabile sul lago di Garda e nel suo entroterra, dove gli uliveti sono parte fondamentale del paesaggio. Il festival prende il nome da Warda, termine longobardo da cui deriva il toponimo Garda. Deve la sua origine alle fortificazioni di avvistamento con funzioni difensive sulle colline che circondano il lago, gli stessi rilievi su cui da secoli si coltiva l’olivo.
Per altre informazioni: https://wardagarda.it/

 

Press info
Chiara Brunato
Michele Bertuzzo

VALPANTENA: IL PREMIO BROLO DEI GIUSTI PER PROMUOVERE L’ECONOMIA DELLO SVILUPPO SOCIALE

VALPANTENA: IL PREMIO BROLO DEI GIUSTI PER PROMUOVERE L’ECONOMIA DELLO SVILUPPO SOCIALE

Al Monastero San Leonardo di Prato, l’Azienda Agricola ha premiato tre progetti di ricerca presentati durante la decima edizione della scuola estiva internazionale

 

In occasione della Summer School 2019 in Devolopment Economics, Cantina Valpantena ha consegnato il Premio Brolo dei Giusti agli economisti Vy Nguyen, Nayantara Sarma e Vincenzo Prete. La decima edizione della scuola estiva ha visto la partecipazione di oltre sessanta tra ricercatori e docenti delle migliori università di economia del mondo, riunitisi dal 17 al 21 giugno al Monastero San Leonardo di Prato. In un clima accogliente ed essenziale come quello monacale, la comunità scientifica costituita da studiosi di fama internazionale e da giovani altamente qualificati si è confrontata su tematiche economiche da declinare per un più equo e solidale sviluppo sociale. Tra i partecipanti che hanno discusso e presentato i loro progetti di ricerca, tre junior economisti si sono distinti per il lavoro svolto, aggiudicandosi il Premio Brolo dei Giusti della Cantina Valpantena di Verona: Vy Nguyen della Monash University di Melbourne ha presentato uno studio sperimentale sull’avversione alle perdite finanziare; Nayantara Sarma dell’Università di Ginevra ha valutato l’efficacia del programma indiano Mahatma Gandhi National Rural Guarantee Scheme di reintegrazione sociale attraverso il reinserimento al lavoro di donne che hanno subito violenze domestiche; infine Vincenzo Prete dell’Università di Verona ha presentato uno studio sulla Political Economy nell’ambito dell’istruzione e il conseguente impatto sull’ineguaglianza delle opportunità.

L’Amarone Brolo dei Giusti è la linea più prestigiosa di Amarone prodotta da Valpantena, frutto di una cura costante della vigna e nella selezione delle uve più pregiate. Il comitato scientifico ha deciso di premiare la stessa cura e passione adottate dai vincitori nei progetti scientifici proposti.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Italiana degli Economisti dello Sviluppo, dal Centro per l’Economia dello Sviluppo e dalla Sostenibilità della Monash University di Melbourne, dalle Università di Trento e Verona, dai Dipartimenti di Economia delle Università di Verona, Trento, Salerno, e Firenze e dal progetto Understanding Children’s Work sostenuto da ILO, Unicef e World Bank.

 

Ufficio stampa:

Michele Bertuzzo
Elisa Rigon

GARDA DOC È LA BOLLICINA UFFICIALE DI FESTIVALETTERATURA

GARDA DOC È LA BOLLICINA UFFICIALE DI FESTIVALETTERATURA

Dal 4 all’8 settembre 2019 torna la rassegna del libro di Mantova. Lo Spumante Garda Doc presente per il terzo anno tra degustazioni e incontri con gli autori

La ventitreesima edizione del Festivaletteratura di Mantova avrà anche quest’anno come bollicina ufficiale lo Spumante Garda Doc. Dal 4 all’8 settembre 2019 la città dei Gonzaga accoglierà autori emergenti e di fama internazionale che potranno incontrare gli appassionati di letteratura negli oltre trecento appuntamenti in programma. Il Consorzio sarà presente con le sue bollicine in diverse occasioni, a partire dall’evento inaugurale di mercoledì 4 settembre in Piazza Sordello alla presenza delle autorità. Nella stessa piazza sarà allestito lo stand personalizzato del Garda Doc il quale, per l’intera durata del Festivaletteratura, sarà punto di mescita della bollicina Garda per il pubblico che affollerà le strade di Mantova. Il gazebo sarà aperto dall’aperitivo del pranzo all’aperitivo della cena. “Letteratura ed enologia, un binomio nella cui potenzialità crediamo profondamente – afferma Luciano Piona, Presidente del Consorzio – La nostra partecipazione a Festivaletteratura corrisponde a un mutuo sostegno e valorizzazione di patrimoni culturali, del vino e del libro, da difendere e promuovere in particolare tra le nuove generazioni”. Le occasioni per brindare con le bollicine saranno molte: i momenti conviviali che avranno come protagonisti autori italiani e stranieri a Palazzo Castiglioni, le degustazioni riservate ai partecipanti degli incontri Contro il virus della noia, previsto nel pomeriggio di sabato 7 settembre al Teatro Bibiena, e Le parole per dirlo, in programma la mattina dell’8 in Piazza Castello.
Per maggiori informazioni sull’evento visitare il sito www.festivaletteratura.it


Ufficio Stampa:

Giulia Tirapelle
Anna Sperotto

METODO ASOLO MONTELLO: BUONE PRATICHE PER UNA VITICOLTURA RESPONSABILE E SOSTENIBILE

METODO ASOLO MONTELLO: BUONE PRATICHE PER UNA VITICOLTURA RESPONSABILE E SOSTENIBILE

Il Consorzio Vini Asolo Montello ha adottato il documento programmatico volto a favorire le pratiche di viticoltura integrata a bassa chimicizzazione. Obiettivo: salvaguardare territorio e paesaggio

 

Il Metodo Asolo Montello è realtà. Dopo alcuni mesi di lavoro, il Consorzio Vini Asolo Montello ha infatti adottato il documento programmatico con lo scopo di favorire una viticoltura integrata a bassa chimicizzazione attraverso tecniche viticole sostenibili e responsabili. Obiettivo del Metodo, fortemente voluto dal consiglio d’amministrazione del Consorzio, è la salvaguardia del territorio e del paesaggio, oltre che della salute dei cittadini.

“Attraverso questo strumento – spiega Ugo Zamperoni, Presidente del Consorzio Asolo Montello e tra gli estensori del documento – intendiamo promuovere quelle pratiche che permettono una corretta coltivazione della vite, diminuendo così l’utilizzo di agenti chimici. Dopo il blocco delle rivendiche, si tratta di un ulteriore passo avanti verso la tutela del territorio. Qui la vite da sempre è parte fondamentale del paesaggio, accanto ad altri tipi di coltivazione. È quindi intenzione del Consorzio preservare quanto più intatti Asolo e i suoi colli attraverso metodi di coltivazione non aggressivi”.

I lavori per il Metodo Asolo Montello sono stati coordinati dal professore e fitopatologo Michele Borgo con la consulenza di Davide Genovese e Giovanni Pascarella, oltre che da Ugo Zamperoni, Simone Morlin e Mattia Bernardi del Gruppo Agronomico del Consorzio.

Il Metodo, che si rivolge ai viticoltori, ai soci e ai consulenti che operano nel territorio della denominazione, consiste in una guida suddivisa in dieci schede tecniche e che segue i processi colturali e agronomici in vigneto a partire dal suo nascere, in un percorso che include tutte le fasi di sviluppo e mantenimento. Gli argomenti trattati nelle schede sono: impianto del vigneto, sistemazione del suolo vitato, materiale di moltiplicazione viticola, allevamento giovanile, potature di produzione, gestione del suolo, nutrizione, avversità e difesa, disciplinare di difesa integrata, trattamenti antiparassitari. A completare il Metodo un quaderno di campagna dove annotare tutte le fasi di sviluppo del vigneto.

 

Press info:

Chiara Brunato
Michele Bertuzzo

I VINI DEI COLLI BERICI FESTEGGIANO I DIECI ANNI DI GUSTUS

I VINI DEI COLLI BERICI FESTEGGIANO I DIECI ANNI DI GUSTUS

Banchi d’assaggio, degustazioni e incontri dal 12 al 14 ottobre a Villa Rigon di Ponte di Barbarano (VI) con le etichette delle DOC Colli Berici e Vicenza e Gambellara

 

Appuntamento in villa per la decima edizione di Gustus – Vini e Sapori dei Colli Berici, che dal 12 al 14 ottobre 2019 porterà a Villa Sangiantofetti Rigon di Ponte di Barbarano (Vicenza) tre giorni di banchi d’assaggio, degustazioni guidate e convegni aperti al pubblico. Protagonisti dell’evento, organizzato dal Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e dalla Strada dei Vini Colli Berici, saranno i vini delle DOC Colli Berici, Vicenza e Gambellara.

A raccontare l’identità vitivinicola del territorio berico saranno venticinque aziende e oltre cento etichette, che porteranno in degustazione l’autoctono Tai Rosso, i bianchi Pinot Grigio e Sauvignon e i grandi rossi a base di Cabernet, Merlot e Carménère.

“Questa edizione di Gustus – commenta Giovanni Ponchia, Direttore del Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e del Consorzio Gambellara – sarà l’occasione per una doppia celebrazione. Festeggeremo il decimo anniversario dell’evento che ci ha permesso di far conoscere e apprezzare i nostri vini a un pubblico sempre più ampio e la creazione di un unico coordinamento con la DOC Gambellara, che per la prima volta presenterà le sue etichette e le diverse espressioni della sua varietà di elezione: la Garganega.”

I tre giorni del banco d’assaggio saranno arricchiti da una serie di appuntamenti dedicati a pubblico ed esperti. Sabato 12 ottobre sarà presentata la Guida alle eccellenze enogastronomiche vicentine realizzata dal Giornale di Vicenza, mentre domenica 13 è in programma la masterclass I Colli Berici tra i grandi del mondo condotta da Gianni Fabrizio e Nicola Frasson: i curatori della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso confronteranno le etichette vicentine con i migliori vini rossi del mondo. La giornata di lunedì 14 ottobre sarà invece arricchita da due degustazioni tematiche dedicate alle diverse interpretazioni della Garganega e dei vitigni rossi che meglio si sono acclimatati nel territorio vicentino.

Ristoratori e produttori associati alla Strada dei Vini Colli Berici porteranno inoltre in degustazione alcuni piatti tipici del territorio per accompagnare i calici.

Il banco d’assaggio sarà aperto al pubblico dalle 17.00 alle 22.00 di sabato 12 e dalle 16.00 alle 20.00 nei giorni di domenica 13 e lunedì 14 ottobre.

Il costo del biglietto, che comprende calice, coupon per degustazioni libere e un piatto di tipicità gastronomiche, è di € 20 per l’intero e di € 15 per il ridotto. L’ingresso ridotto è riservato a tutti coloro che acquisteranno il biglietto online e per i Soci Ais, Onav, Fis, Slow Food, Fisar, Ristoranti Che Passione. Il biglietto non comprende la degustazione di domenica 13 ottobre, acquistabile a parte al costo di € 30.
Tutte le informazioni su www.gustus.stradavinicolliberici.it

 

INFO IN BREVE | Gustus – Vini e Sapori dei Colli Berici 2019
Quando: sabato 12, domenica 13 e lunedì 14 ottobre 2019
Dove: Villa Sangiantofetti Rigon di Ponte di Barbarano (Vicenza)
Orari: sabato 12 ottobre 17.00 – 22.00, domenica 13 e lunedì 14 ottobre 16.00 – 20.00
Biglietti: € 20 per l’intero e di € 15 per il ridotto, riservato a tutti coloro che acquisteranno il biglietto in prevendita online e per i Soci Ais, Onav, Fis, Slow Food, Fisar, Ristoranti Che Passione. Il biglietto non comprende la degustazione di domenica 13 ottobre, acquistabile a parte al costo di € 30.
Info: www.gustus.stradavinicolliberici.it

 

Press info:
Carlotta Flores Faccio
Michele Bertuzzo

CALICI DI STELLE: MONTE ZOVO CELEBRA LO SBARCO SULLA LUNA

CALICI DI STELLE: MONTE ZOVO CELEBRA LO SBARCO SULLA LUNA

Venerdì 2 agosto l’Azienda Agricola di Caprino Veronese organizza una serata in cantina tra calici e telescopi, ricordando i 50 anni dallo sbarco sulla Luna

Una passeggiata impressa nella storia, quella di Neil Armstrong sul satellite terrestre il 20 luglio 1969. Venerdì 2 agosto dalle ore 20.00 l’Azienda Agricola Monte Zovo celebrerà il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna con un evento in cantina che coniugherà sapori e astronomia. La manifestazione rientra nella rassegna Calici di Stelle ideata dal Movimento Turismo Vino, che per la notte di San Lorenzo promuove centinaia di appuntamenti in tutta Italia in una formula che unisce la filosofia del buon bere al mondo dell’arte e della cultura. Il 2 agosto i presenti potranno degustare una selezione di vini Monte Zovo in abbinamento a burgers gourmet scelti e preparati da Oblò Comfort Food Verona. Tra un assaggio e l’altro, si potranno visitare i diversi locali della cantina in un’inedita veste ‘astrale’, pensata e allestita dall’associazione scientifico-culturale EmpiricaMente. Dalla terrazza affacciata sull’anfiteatro morenico che circonda la tenuta Monte Zovo, si potranno osservare al telescopio Giove e Saturno. In barricaia, invece, si potrà ammirare la volta celeste grazie al planetario Discovery. Il tutto sotto la guida di esperti astrofili che accompagneranno il pubblico in un vero e proprio viaggio dalle vigne allo spazio. Anche il dress code della serata sarà a tema lunare, con la richiesta di indossare un abito o un accessorio di color argento.

INFO IN BREVE | Calici di stelle
Quando: venerdì 2 agosto 2019, anche in caso di maltempo
Dove: Azienda Agricola Monte Zovo, località Zovo, 23, Caprino Veronese (VR)
Orario: ingresso previsto dalle 20.00 alle 20.30, chiusura alle 23.30. I burgers verranno serviti dalle 20.30 alle 22.00
Ingresso: il costo del biglietto è di 30 euro, comprensivo di due burgers gourmet, due calici di vino, itinerario allestito a tema per la serata e proiezione a semisfera nel planetario Discovery di circa 30 minuti. Acquistando il biglietto su Eventbrite entro il 26 luglio il costo è di 25 euro
Bambini: il prezzo d’ingresso per i minori di 18 anni è di 15 euro. Solo i maggiorenni hanno accesso alle degustazioni

Per info e prenotazioni: ospitalità@montezovo.com

Press info:
Elisa Rigon
Michele Bertuzzo

CALICI DI STELLE 2019: A BREGANZE SI BRINDA CON I VINI DELLA DOC

CALICI DI STELLE 2019: A BREGANZE SI BRINDA CON I VINI DELLA DOC

Appuntamento venerdì 9 agosto dalle 19.00 in Piazza Mazzini a Breganze con i vini del Consorzio, specialità gastronomiche del territorio e visite guidate alla Torre Diedo

 

Breganze brinda alla notte di San Lorenzo. Venerdì 9 agosto 2019 in Piazza Mazzini a Breganze (Vicenza) torna Calici di Stelle, la manifestazione promossa a livello nazionale dal Movimento Turismo del Vino e dall’Associazione Città del Vino e realizzata grazie alla collaborazione tra il Consorzio Tutela Vini D.O.C. Breganze, la Strada del Torcolato e dei vini D.O.C. Breganze, la Pro Loco e il Comune di Breganze. Dalle 19.00 alle 24.00 dieci aziende consortili porteranno in degustazione i loro vini, che sarà possibile accompagnare con le migliori specialità gastronomiche del territorio della pedemontana veneta.

Le cantine che parteciperanno a Calici di Stelle sono Cà Biasi, Cantina Beato Bartolomeo da Breganze, Col Dovigo, Firmino Miotti, IoMazzucato, Le Colline di Vitacchio, Le Vigne di Roberto, Maculan, Transit Farm e Vitacchio Emilio. Il pubblico potrà assaggiare i vini che meglio rappresentano la D.O.C.: sia quelli prodotti con l’autoctona uva vespaiola, nella versione ferma, spumantizzata e passita, il Torcolato, o i rossi bordolesi che ben si sono acclimatati nel territorio.

Ristoratori e associazioni locali prepareranno per tutta la serata alcuni piatti della tradizione gastronomica dell’area breganzese. Per gli appassionati di carne ci saranno il carpaccio di manzo con rucola e grana, le fettuccine e il panino con il Toresan, cartoccio di carne allo spiedo e arrosticini. Tra le specialità di pesce si potranno gustare le sarde fritte o piatti a base di Bacalà alla Vicentina, mentre per i lievitati ci saranno i crunch gourmet preparati dal Panificio Vicentini.

L’edizione 2019 di Calici di Stelle avrà come tema Il vino e la luna e celebrerà il 50° anniversario dello sbarco sulla luna avvenuto nel 1969, stesso anno in cui è nata anche la DOC Breganze.

Per tutta la serata la Piazza ospiterà musica dal vivo con canzoni dedicate alla luna, tema centrale anche dell’esposizione dell’artista Maria Grazia Martina. Saranno organizzate visite guidate alla Torre Diedo, la torre campanaria di Breganze seconda più alta del Veneto dopo il campanile di San Marco, mentre per i più piccoli è previsto intrattenimento con trucca bimbi e spettacoli di clown.

Il costo del kit per partecipare alla manifestazione è di € 10 e sarà possibile acquistarlo direttamente in Piazza Mazzini la sera di venerdì 9 agosto, a partire dalle ore 18.30. Il kit comprende calice, tracolla portabicchiere e tre assaggi di vini D.O.C Breganze. Durante la serata sarà inoltre possibile acquistare ulteriori tagliandi per continuare le degustazioni.
In caso di maltempo la serata sarà rinviata a sabato 10 agosto.

Per informazioni: Strada del Torcolato e dei Vini di Breganze (www.stradadeltorcolato.it), Piazza Mazzini, 18 – 36042 Breganze (VI) Tel. 0445-300595 Email stradadeltorcolato@gmail.com

INFO IN BREVE | Calici di Stelle 2019
Quando: Venerdì 9 agosto 2019
Dove: Piazza Mazzini a Breganze (Vicenza)
Orario: dalle 19.00 alle 24.00
Parcheggio: gratuito
Biglietto: 10€ comprensivo di bicchiere, tracolla portabicchiere e tre assaggi di vino D.O.C. Breganze. Il kit sarà acquistabile direttamente in Piazza Mazzini la sera del 9 agosto, a partire dalle ore 18.30.

Ufficio stampa:

Anna Sperotto
Carlotta Flores Faccio

ORO NELLA LEED CERTIFICATION: NUOVO TRAGUARDO PER LA PASTICCERIA FILIPPI

ORO NELLA LEED CERTIFICATION: NUOVO TRAGUARDO PER LA PASTICCERIA FILIPPI

L’azienda di Zanè (Vicenza) conquista la certificazione americana per la sostenibilità e il risparmio energetico per lo stabilimento e la produzione dolciaria

 

L’alta qualità unita alla sostenibilità. La Pasticceria Filippi di Zanè (Vicenza) ha conquistato l’oro nella LEED Certification – Leadership in Energy and Environmental Design, programma di certificazione volontario sviluppato dalla U.S. Green Building Council (USGBC), per il suo approccio ecologico nella ristrutturazione dell’edificio e nelle fasi della produzione dolciaria.

“Nella nostra Pasticceria – commenta Andrea Filippi, alla guida dell’azienda assieme al fratello Lorenzo e ai genitori – abbiamo sempre perseguito una produzione di altissima qualità, ma allo stesso tempo responsabile e sostenibile, tanto che da anni siamo certificati come B-Corporation. La ristrutturazione degli spazi messa in atto nell’ultimo anno ci ha permesso di garantire ai nostri clienti dei prodotti sempre più buoni, in tutti i sensi, e la conquista dell’oro nella LEED Certification ne è la conferma, soprattutto perchè in Italia non sono molte le aziende che possono vantare questo tipo di riconoscimento.”

Per conseguire l’attestato sono richiesti alcuni prerequisiti obbligatori e vengono poi identificati i parametri valutativi del progetto. Viene quindi assegnato un punteggio a ognuna delle macrocategorie di valutazione, che comprendono: sostenibilità del sito, gestione efficiente dell’acqua, energia e ambiente, materiali e risorse, qualità dell’aria degli ambienti interni, progettazione, innovazione e crediti regionali. Le fasce di premiazione sono quattro e si distinguono in base alla somma dei punteggi assegnati a ogni criterio: con 65 punti ottenuti, l’azienda di Zanè si colloca sul secondo gradino del podio, conquistando l’oro.

La Pasticceria Filippi ha conquistato il punteggio più alto nell’ambito dell’innovazione, grazie ad alcune strategie sostenibili all’avanguardia e in quello dei crediti regionali, per l’importanza che la scelta ecologica dell’azienda ha a livello geografico e regionale.

 

Ufficio stampa:

Anna Sperotto
Carlotta Flores Faccio


Pubblicità su questo blog
iCru
Direttore responsabile: Michele Bertuzzo
In redazione: Davide Cocco, Anna Sperotto, Giada Azzolin, Carlotta Faccio, Chiara Brunato, Marco Zanella, Irene Graziotto, Marta Xerra, Elena Scarso, Micaela Tussetto

CRU STUDIO ASSOCIATO

Viale Verona, 98
36100 Vicenza, Italia

Tel +39 0444 042110
Cell / Whatsapp +39 393 8168013

NEWSLETTER

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo Cru puoi iscriverti alla nostra newsletter, assolutamente aperiodica.
Per farlo clicca qui

Scrivici
Loading...