+39 0444 042110 info@studiocru.it

GOLOSITALIA: LE DUE ANIME DEL GUSTO

Tutto pronto a Montichiari (Brescia) per la sesta edizione del salone dedicato a food e attrezzature per la ristorazione. Ospite il pasticcere Ernst Knam

Dal 25 al 28 febbraio 2017 torna al Centro Fiera del Garda di Montichiari (Brescia) Golositalia, la grande fiera dedicata al mondo del food e delle attrezzature professionali. Un evento unico nel suo genere, perché rivolto contemporaneamente al pubblico degli addetti ai lavori e agli appassionati di enogastronomia.

Sei padiglioni, tre dedicati al mondo professionale e altrettanti al pubblico. 640 espositori (il 15% in più rispetto al 2016) suddivisi in sei aree tematiche: food, wine, beer, bio-vegan-gluten free, professional technology & restaurant e franchising. Novità di quest’anno l’Arena Eventi: uno spazio tutto dedicato a showcooking e grandi ospiti, come il re del cioccolato, Ernst Knam che si esibirà domenica 26 febbraio alle ore 12.

“Golositalia – ha spiegato l’organizzatore Mauro Grandi durante la conferenza stampa di presentazione – è cresciuta anno dopo anno, grazie alle conferme degli espositori delle edizioni precedenti e all’ingresso di nuove aziende interessate ad un bacino di utenza che abbraccia Lombardia e Veneto, un’area in cui vive un quarto della popolazione italian. Oggi Golositalia è un evento in grado di generare sul territorio un indotto di almeno 15 milioni di euro, calcolando i posti di lavoro, la ricettività sul territorio e il fatturato in fiera”.

L’edizione 2017 propone una vastissima offerta di prodotti tipici, da tutta Italia e da vari paesi del mondo, come le ostriche francesi o i salumi di Patanegra, acciughe del Cantabrico o le mostarde olandesi. Golositalia diviene così un’occasione unica per acquistare prodotti difficilmente reperibili, sia per il visitatore comune che per gli operatori del settore.

Si potranno trovare tutte le ultime novità nel campo della ristorazione, dai forni e le attrezzature più evolute all’ultimo software applicato alla gestione dei locali, dall’abbigliamento per il personale agli arredi.

Particolarmente ricco il calendario di eventi, tra corsi di cucina, convegni, seminari e dimostrazioni, rivolti sia all’operatore del settore che vuole aggiornarsi, sia all’appassionato che intende mettersi alla prova. Molto varie le tematiche affrontate: dai corsi di pasticceria pensati per i più golosi ma con lo sguardo rivolto alla salute, a quelli dove scoprire nuove ricette per chi convive con intolleranze o allergie; dalla cucina con

le spezie ai consigli per avviare un bar o un’altra attività nel campo dell’enogastronomia, dai corsi per usare nuovi gestionali alle Master Class con

sommelier e degustatori. Il calendario completo degli eventi, con le descrizioni, i costi e altre informazioni su www.golositalia.it.

Ingresso: € 8. Ingresso gratuito per disabili e bambini fino ai 10 anni, biglietto ridotto a € 6 per le scolaresche.

Info in breve | GOLOSITALIA & Aliment 2017 DSC_0071
Data:
dal 25 al 28 febbraio 2017

Orari di apertura: PAD. 1 e 5 sabato/domenica/lunedì/martedì dalle 9 alle 19

PAD.6, 7 e 8 sabato/domenica/lunedì 9-22 – martedì 9-19

Luogo: Centro Fiera del Garda, Via Brescia, 129 – Montichiari (BS)

Ingresso: € 8. Ingresso gratuito per disabili e bambini fino ai 10 anni. Ridotto scuole € 6

Parcheggio: auto € 3, pullman € 10

Cani: in fiera sono ammessi cani di piccola taglia (fino ad 8 kg) purchè tenuti in braccio o in adeguato trasportino. I cani di taglia media (fino a 25 kg) sono ammessi purchè provvisti di guinzaglio e museruola. Non sono ammessi in fiera cani di taglia grande e gigante (oltre i 25 Kg).

Info: www.golositalia.it

ERGA OMNES NEI CONSORZI: FIVI CHIEDE AL MINISTRO CHE LA LEGGE VENGA RISPETTATA

I Vignaioli Indipendenti scrivono al Ministro Martina. L’obbligo di presentare una rendicontazione separata sui fondi erga omnes non viene osservato

L
La
FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti – chiede che venga rispettato l’obbligo per i Consorzi che si avvalgono dell’erga omnes di fornire una rendicontazione separata per le azioni di promozione della Denominazione.
Lo fa attraverso una lettera indirizzata al Ministro Martina, dopo numerose segnalazioni ricevute da parte di delegazioni di produttori aderenti a FIVI in diverse parti d’Italia.

I Consorzi di Tutela dei vini a Denominazione d’Origine, in base alla legge in vigore, possono infatti richiedere contributi a chi rivendica la Denominazione, anche se non soci, per finanziare le proprie attività. Questo a condizione che gli associati siano almeno il 40% dei produttori e che producano almeno il 66% del vino certificato.

La legge però prevede anche che le voci di spesa di cui si chiede contribuzione ai non soci debbano avere un bilancio separato. Molte delegazioni FIVI locali hanno segnalato che i Consorzi stanno inviando richieste di contribuzione ai non soci. Questo senza specificare ne? dare visibilita? a quali azioni intraprese tali contributi si riferiscano. Addirittura, a queste richieste non si accompagna il bilancio dedicato previsto dalla legge.

“Chiediamo al Ministro Martina di intervenire – dichiara la Presidente FIVI Matilde Poggi – per richiamare i Consorzi alla necessita? di adeguarsi al quadro normativo vigente, fornendo una chiara rendicontazione del loro operato suddivisa tra le azioni intraprese a favore dei soli soci e quelle intraprese a favore di tutti coloro che rivendicano la denominazione”.

Sempre sullo stesso tema, la FIVI ha di recente richiesto al Ministro Martina di rivedere il meccanismo di attribuzione dei voti all’interno dei Consorzi di Tutela, in modo da dare più spazio ai Vignaioli, evitando il dominio delle cooperative di primo e secondo grado nei consorzi più importanti.

_________________________

FIVI – Federazione Italiana dei Vignaioli IndipendentiLogoFIVI

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI) è un’associazione nata nel 2008 con lo scopo di rappresentare la figura del viticoltore di fronte alle istituzioni, promuovendo la qualità e autenticità dei vini italiani. Per statuto, possono aderire alla FIVI solo i produttori che soddisfano alcuni precisi criteri: “Il Vignaiolo FIVI coltiva le sue vigne, imbottiglia il proprio vino, curando personalmente il proprio prodotto. Vende tutto o parte del suo raccolto in bottiglia, sotto la sua responsabilità, con il suo nome e la sua etichetta”.

Attualmente sono poco meno di 1000 i produttori associati, da tutte le regioni italiane, per un totale di circa 10.000 ettari di vigneto, per una media di circa 10 ettari vitati per azienda agricola. 70 sono i milioni di bottiglie commercializzate e il fatturato totale supera 0,6 miliardi di euro, per un valore in termini di export di 250 milioni di euro. I 10.000 ettari di vigneto sono condotti per il 49% in regime biologico/biodinamico, per il 10 % secondo i principi della lotta integrata e per il 41% secondo la viticoltura convenzionale.

GRENACHES DU MONDE 2017: ORO E ARGENTO PER IL TAI ROSSO

Si è conclusa in Sardegna la V edizione del Concorso Internazionale dedicato al Grenache. Per il Consorzio Vini Colli Berici Vicenza la prima medaglia d’oro con Montemitorio 2015 dell’azienda Dal Maso

Medaglia d’oro e medaglia d’argento per il Tai Rosso alla quinta edizione del Grenaches du Monde 2017. Il Concorso Internazionale itinerante, promosso dal Conseil interprofessionnel des vins du Roussillon (Civr) si è concluso sabato 11 febbraio in Sardegna. Per il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza è un risultato importante, si tratta infatti della prima medaglia d’oro ricevuta al Concorso. Ad aggiudicarsi le medaglie due vini dell’Azienda Dal Maso: sul gradino più alto è salito Montemitorio Tai Rosso Colli Berici Doc 2015, a seguire il Colpizzarda Tai Rosso Colli Berici DOC 2013.

I nomi dei vincitori sono stati annunciati durante la serata La notte dei Grenaches organizzata a Cagliari nei locali dell’ex Manifattura Tabacchi. In giuria c’erano 100 professionisti del mondo del vino che hanno premiato 213 vini tra i 684 campioni analizzati. Le etichette provenivano da 8 diversi paesi. Tra i riconoscimenti, 104 sono state le medaglie d’oro, 87 quelle d’argento e 22 quelle di bronzo. All’Italia, pari merito con la Francia, sono andate in tutto 51 medaglie. Alla Spagna ne sono invece state assegnate 108.

Il Consorzio Vini Colli e Berici Vicenza aveva in concorso otto etichette: Azienda Dal Maso (presente con due vini: Colpizzarda 2013 e Montemitorio 2015); Colli Vicentini-Vitevis Tai Rosso Colli Berici DOC 2015; Cantina Pegoraro Tai Rosso Colli Berici DOC 2015; Fattoria Le Vegre Tai Rosso Colli Berici DOC 2015; Costalunga Tai Rosso Gheorgòs 2015; Società Piovene Porto Godi (presente con due vini: Thovara 2013 – Riveselle 2015).

Per informazioni: http://www.grenachesdumonde.com http://consorzio.bevidoc.it/

VINNATUR: TORNANO A VILLA FAVORITA I VITICOLTORI NATURALI

Appuntamento dall’8 al 10 aprile 2017 a Villa Favorita di Sarego (Vicenza) per la manifestazione dell’Associazione VinNatur. 170 produttori da 9 paesi

Dall’8 al 10 aprile a Villa da Porto – detta “La Favorita” – di Sarego (VI) torna l’appuntamento con Villa Favorita, la manifestazione dell’associazione viticoltori naturali VinNatur.

La quattordicesima edizione, la prima dopo l’approvazione nel luglio scorso del Disciplinare di produzione del vino VinNatur, radunerà 170 produttori (20 in più rispetto al 2016) provenienti da nove nazioni diverse: Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia. La partecipazione è riservata ai soli soci VinNatur, che producono vino naturale nel pieno rispetto del territorio, della vite e dei cicli naturali.

“Stiamo crescendo grazie alla ricerca – dice Angiolino Maule – sia nella qualità dei vini che nella consapevolezza in vigna e in cantina. Il nuovo disciplinare e la sperimentazione che stiamo conducendo in vigneto ci permetteranno di fare ancora maggior chiarezza nel mondo dei vini naturali e dare nuove garanzie al consumatore”.

Durante la tre giorni i visitatori potranno assaggiare e acquistare il vino proposto dalle cantine espositrici, mentre agli operatori del settore sarà data la possibilità di degustare con calma i vini nella Tasting Room a loro riservata.

Oltre ai banchi d’assaggio, la villa e il suo parco ospiteranno anche quest’anno alcuni produttori di eccellenze gastronomiche italiane e un servizio di ristorazione curato ancora una volta dallo chef Cosimo Bicchierri, del ristorante biologico Erbecedario di Badia Calavena (VR).

La manifestazione sarà aperta dalle 10 alle 18 e il costo del biglietto d’ingresso sarà di 25 euro al giorno, che daranno diritto al calice da degustazione e al catalogo degli espositori.

Per chi arriva in treno è prevista una navetta che accompagnerà i visitatori dalla stazione di Montebello Vicentino (VI) fino a villa La Favorita e ritorno.

L’immagine della locandina dell’edizione 2017 è opera di Giulia Porceddu Cilione di Verona. È stata selezionata tra le 60 che hanno partecipato a Immagina la tua Villa Favorita, il concorso nato per dare spazio a giovani talenti desiderosi di mettersi in gioco con produzioni originali che rappresentino al meglio lo spirito di VinNatur.

Info in breve | VILLA FAVORITA 2017
Data:
dall’8 al 10 aprile 2017

Orari di apertura: dalle 10 alle 18

Luogo: Villa da Porto detta “La Favorita”, via Della Favorita – Monticello di Fara, Sarego (Vicenza)

Ingresso: € 25 al giorno (acquistabile solamente all’ingresso dell’evento) comprensivi di guida della manifestazione e calice da degustazione.

I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.

Parcheggio: riservato ai visitatori del salone

Per chi arriva in treno: è prevista una navetta dalla stazione di Montebello Vicentino

Area sosta Camper: Camping Park La Fracanzana, Via Fracanzana 3, 36054 Montebello Vic.no (2,1km da Villa Favorita)

Cani: sono ammessi cani di piccola taglia

Info: www.vinnatur.org

Press info:

Davide Cocco

392 9286448

davide@studiocru.it

Anna Sperotto

349 8434778

anna@studiocru.com

VinNatur – Associazione Viticoltori Naturali

L’associazione VinNatur nata nel 2006 riunisce piccoli produttori di vino naturale da tutto il mondo che intendono difendere l’integrità del proprio territorio. Scopo dell’Associazione è unire le forze di questi vignaioli per dare ad ognuno maggior forza, consapevolezza e visibilità condividendo esperienze, studi e ricerche. Scopo dell’associazione è anche quello di promuovere la ricerca scentifica e divulgare la conoscenza di tecniche naturali e innovative. Negli anni sono nati diversi progetti di ricerca tra le aziende associate e alcune Università e Centri per la Sperimentazione.
Alla nascita le aziende aderenti a VinNatur erano 65. Oggi sono
170. Per associarsi i viticoltori devono accettare di sottoporre i propri vini all’analisi dei pesticidi residui, per poter garantire la genuinità dei vini. Villa Favorita è l’evento che permette all’Associazione VinNatur di vivere e di ampliare nel tempo i propri traguardi.
www.vinnatur.org

IL TAI ROSSO IN GARA AL GRENACHES DU MONDE 2017

Dall’8 all’11 febbraio 2017 in Sardegna in programma la V edizione del Concorso Internazionale promosso dal Conseil Interprofessionnel des Vins du Roussillon. Il vitigno dei Colli Berici presente con 8 etichette 

Il Tai Rosso si prepara alla quinta edizione del Grenaches du Monde 2017. Il Concorso Internazionale itinerante, promosso dal Conseil interprofessionnel des vins du Roussillon (Civr) in collaborazione con l’Agenzia Laore (Agenzia regionale per lo sviluppo in agricoltura) e della Regione Sardegna, quest’anno si svolge in Sardegna tra Alghero, Nuoro, Barumini e Cagliari. Degustazioni e premiazioni sono in programma dall’8 all’11 febbraio 2017.

Il concorso è aperto a tutte le tipologie di vino provenienti da qualsiasi paese o produttore, con una percentuale minima di Grenache del 60%. Per l’edizione 2017 100 giudici valuteranno i circa 700 vini in concorso provenienti da diversi paesi di tutto il mondo (Italia , Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Belgio, Lituania, Slovenia, Grecia, USA, Libano, Giappone, Australia). Il vitigno autoctono dei Colli Berici, la cui natura genetica è identica a quella del Cannonau sardo, del Grenache francese e della Garnacha spagnola, nel vicentino ha trovato una sua specifica identità e tipicità: colore rosso rubino profumi di ciliegia, lampone, viola e spezie, in bocca freschezza e tannini delicati. L’uva si presta ad essere vinificata sia per una versione del vino più immediata, che a una più strutturata.

A Grenaches du Monde 2017 a rappresentare il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza ci sarà il nuovo Direttore Marketing e Promozione Giovanni Ponchia con una delegazione di aziende. Il Consorzio Vini Colli e Berici Vicenza avrà in concorso otto etichette: Azienda Dal Maso (presente con due vini: Colpizzarda 2013 e Montemitorio 2015); Colli Vicentini-Vitevis Tai Rosso Colli Berici DOC 2015; Cantina Pegoraro Tai Rosso Colli Berici DOC 2015; Fattoria Le Vegre Tai Rosso Colli Berici DOC 2015; Costalunga Tai Rosso Gheorgòs 2015; Società Piovene Porto Godi (presente con due vini: Thovara 2013 – Riveselle 2015). Il programma prevede alle 8:30 di venerdì 10 febbraio all’Hotel Carlos V di Alghero il concorso vero e proprio con tutti i vini in degustazione. Si potranno assaggiare i vini anche in occasione della serata “Alghero accoglie Grenaches du Monde” al Lo Quarter sempre il venerdì alle 20. L’annuncio dei vini premiati sarà invece la sera di sabato 11 febbraio all’Ex Manifattura Tabacchi di Cagliari, quando sarà svelata la Regione ospitante per l’edizione 2018 di Grenache du Monde.

Per informazioni: http://www.grenachesdumonde.com http://consorzio.bevidoc.it/

1H4A5960-3872x2581

GIANNITESSARI: IL MARCHIO ORA DIVENTA AZIENDA

Il brand lanciato dal vignaiolo veronese per Soave e Colli Berici diventa a tutti gli effetti il nome dell’azienda. Il marchio Marcato confermato per il Durello

Aveva debuttato lo scorso anno a Vinitaly come marchio per i vini fermi della Marcato di Roncà (Verona). Oggi Gianni Tessari, dal 2013 alla guida dell’azienda, imprime un nuovo passo al marchio che porta il suo nome e cognome: la Società Agricola Marcato cambia la propria denominazione in Società Agricola giannitessari.

Se prima giannitessari – spiega – era solo una linea di prodotti, oggi il marchio diventa il nome dell’azienda all’interno della quale si trova la linea Marcato, quale anima spumantistica della produzione”.

La differenza è comunque solo formale e i vini restano i medesimi. L’azienda giannitessari continua a produrre tre diversi Soave (un Soave Doc e i Cru di Soave Classico Monte Tenda e Pigno); due monovitigni (Chardonnay, Pinot Nero) e un passito di Durella (Monte Duello) coltivati sui suoli vulcanici della Lessinia; e i vini rossi: Due (da uve Merlot e Cabernet), Tai Rosso e Pianalto (da vecchie vigne di Cabernet) sui terreni dei Colli Berici. Confermato in etichetta il brand Marcato su tutta la gamma dei Durello: Metodo Charmat Brut ed Extra Dry, Metodo Classico 36 mesi, 60 mesi e AR (120 mesi) oltre che sul metodo classico Rosé 36 mesi.

Circa 55 ettari di vigneto distribuiti in tre DOC a cavallo tra le province di Verona e Vicenza (Soave, Monti Lessini e Colli Berici), una moderna cantina con circa 7.000 metri e 350.000 bottiglie prodotte: sono questi i numeri di una realtà che sotto la guida di Gianni Tessari unisce anni di successi nella produzione di Soave, al marchio storico per il Durello spumante Metodo Classico.

Da alcuni anni – prosegue Gianni Tessari – ho raccolto la sfida di cimentarmi con terroir e varietà diverse, cercando di comprendere come valorizzare il meglio di ogni territorio e di ogni varietà. Marchi commerciali e linee di prodotto alla fine sono solo l’espediente che usiamo per dare identità ad un lavoro che parte dalla vigna”.

Maggiori informazioni sul sito: www.giannitessari.wine

DSC_2685

LABRENTA: IL TAPPO SUGHERA PRONTO A SCRIVERE UNA NUOVA PAGINA DELLA STORIA DEL VINO

Un tappo in microagglomerato di sughero legato senza uso di collanti. Grazie a due brevetti, coniuga sicurezza ed estetica

Si chiama Sughera il primo tappo in grado di ovviare al rischio di infezione da TCA (il fastidioso sentore di tappo) senza utilizzare collanti a contatto con il vino. È realizzato dall’azienda vicentina Labrenta, all’avanguardia a livello mondiale nella ricerca di chiusure per il vino, dopo un processo di ricerca durato oltre un decennio e coronato ora dal rilascio del brevetto (n. 1424843  del 3.10.2016).

Sughera è un tappo in microagglomerato, perfettamente sterilizzato, legato senza utilizzo di collanti. L’innovazione consiste nell’applicazione di uno speciale blend di polimeri farmaceutici che svolge un’azione legante naturale nei microgranuli in sughero di cui è composto il tappo. Per i produttori di vino, questo significa poter offrire ai consumatori una chiusura più pura a livello sensoriale e organolettico, completamente riciclabile.

“Siamo di fronte – spiega Gianni Tagliapietra, CEO di Labrenta – ad un prodotto davvero rivoluzionario. Il mondo enologico negli ultimi anni si è rivolto in modo deciso verso i tappi in microagglomerato, trascurando il fatto che in questo modo si mettono a contatto con il vino collanti poliuretanici. La nostra azienda per prima ha studiato e realizzato un prodotto senza collanti che oggi si perfeziona con un’ulteriore innovazione”.

Dopo due anni di test sul mercato, un’altra innovazione infatti perfeziona Sughera. Si tratta di un sofisticato procedimento di microiniezioni, frutto di un altro brevetto depositato da Labrenta, che permette di replicare la tradizione e la naturalità del sughero. Creando sulla sua superficie particolari scanalature realizzate ad arte per replicare in ogni minimo dettaglio il sughero monopezzo, dona un effetto sorprendente che non si limita al solo impatto visivo. Anche al tatto, la percezione naturale dell’effetto vellutato e morbido è la medesima.

Altre informazioni sul sito dell’azienda, completamente rinnovato:

www.labrenta.com

893dw520


_____________

Labrenta, fondata nel 1971 a Breganze (Vicenza), produce chiusure per il settore alimentare. Provide the right closure è il motto con cui si muove alla ricerca del tappo ideale per ciascuna esigenza di chiusura, attraverso prodotti in grado di unire design e funzionalità. Tutta la produzione è svolta in Italia e viene controllata da un Validation Process che si svolge in sette fasi.
Sin dalla sua fondazione Labrenta ha destinato grande attenzione alla ricerca e sviluppo. L’obiettivo è quello di fornire ad ogni cliente la propria chiusura dedicandogli un servizio
tailor made. L’anima creativa e scientifica de Labrenta, vive in D.Vision, la sezione interna in cui opera un team professionale giovane e altamente qualificato, dedicato esclusivamente allo sviluppo di nuovi progetti, ascoltare i clienti, le loro esigenze e di trasformare ogni loro intuizione in realtà. Idee che, grazie all’impiego di una stampante 3D, si materializzano in tempi brevissimi. Perché in Labrenta ogni cliente, con il suo prodotto, il suo brand, vengono gestiti con la consapevolezza della loro unicità. Perché un prodotto comunica il suo valore, a partire da ciò che lo contiene.

A GOLOSITALIA È DI SCENA LA CUCINA NATURALE

Il cibo buono e sano tra i temi della sesta edizione di Golositalia, in programma dal 25 al 28 febbraio 2017 a Montichiari (Brescia). 640 espositori e 120 eventi.

Il mondo dell’enogastronomia torna protagonista a Golositalia, dal 25 al 28 febbraio al Centro Fiera di Montichiari (Brescia). Un evento frequentato lo scorso anno da oltre 70.000 persone, rivolto tanto al pubblico professionale, quanto al popolo dei foodies che qui possono conoscere, degustare ed acquistare prodotti spesso introvabili.

Grande spazio quest’anno al tema della cucina naturale, con una ricca selezione di prodotti dedicati a chi ama una cucina leggera, attenta alla salute e alle intolleranze, dove il cibo è un valido alleato nella ricerca del benessere.

Secondo l’ultimo dossier Eurisper, gli italiani si confermano essere sempre più attenti a ciò che mangiano. Cresce la percentuale di chi sceglie un’alimentazione vegetariana o vegana, ma soprattutto cresce la consapevolezza che per la salute e il benessere è importante mangiare bene. La maggioranza degli italiani (80%) predilige i prodotti made in Italy (era il 77% circa nel 2012), di stagione (81%) e a chilometro Zero (56%). La metà dei consumatori acquista con frequenza prodotti con marchio di tutela di qualità (Dop, Igp e Doc), più sette punti percentuali rispetto al 2012. Più del 30% compra spesso prodotti biologici.

Anche tra i corsi proposti nei quattro giorni di fiera c’è grande attenzione al tema cibo e benessere. Il corso di Pasticceria Naturale: I dolci che fanno bene (sabato 25 febbraio ore 12.30) porterà all’esplorazione di ingredienti nuovi e non convenzionali lasciando da parte uova, burro, zucchero bianco e farina per una pasticceria innovativa, più sana e consapevole. Tutte le ricette proposte saranno senza glutine, senza latticini, senza uova e senza zucchero. Sarà condotto da Barbara Silanus, pasticciera di formazione classica specializzata in pasticceria salutistica e per intolleranze alimentari, docente in varie strutture, tra cui la Joia Academy a Milano. Il seminario Frittura è vita: I segreti della frittura che fa bene alla salute (lunedì 27 febbraio ore 14), condotto dalla dottoressa Chiara Manzi presenterà le caratteristiche salutistiche e nutrizionistiche della frittura se fatta rispettando determinate indicazioni e regole. Durante il corso Dolce per natura (martedì 28 febbraio alle 15.30) verranno presentate alcune ricette per realizzare dei bicchierini di dessert naturali con l’esclusivo utilizzo di ingredienti sani e salutari come indicato dalle più importanti linee guida internazionali in campo salutistico. A condurlo sarà lo chef Giacomo Matteo Pisanu, cuoco specializzato in Cucina Naturale, docente della Scuola di Cucina Naturale LUMEN e cuoco per la sede di Piacenza del Progetto DIANA 5 (Studio di Prevenzione delle Recidive del Tumore al Seno attraverso l’alimentazione e lo stile di vita).

Il calendario completo degli eventi, con le descrizioni, i costi e altre informazioni su www.golositalia.it.

Ingresso: € 8. Ingresso gratuito per disabili e bambini fino ai 10 anni, biglietto ridotto ad € 6 per le scolaresche.

Info in breve | GOLOSITALIA & Aliment 2017
Data:
dal 25 al 28 febbraio 2017

Orari di apertura: PAD. 1 e 5 sabato/domenica/lunedì/martedì dalle 9 alle 19

PAD.6, 7 e 8 sabato/domenica/lunedì 9-22 – martedì 9-19

Luogo: Centro Fiera del Garda, Via Brescia, 129 – Montichiari (BS)

Ingresso: € 8. Ingresso gratuito per disabili e bambini fino ai 10 anni. Ridotto scuole € 6

Parcheggio: auto € 3, pullman € 10

Cani: in fiera sono ammessi cani di piccola taglia (fino ad 8 kg) purchè tenuti in braccio o in adeguato trasportino. I cani di taglia media (fino a 25 kg) sono ammessi purchè provvisti di guinzaglio e museruola. Non sono ammessi in fiera cani di taglia grande e gigante (oltre i 25 Kg).

Info: www.golositalia.it

OLIO OFFICINA FESTIVAL: OLIO GARDA DOP E L’IMPORTANZA DI ESSERE GENTILI

Torna la tre giorni di Luigi Caricato. Il Consorzio del Garda presente in difesa degli oli fruttati leggeri. Tra degustazioni, incontri e riconoscimenti

La gentilezza dell’olio è il tema che il Consorzio Olio Garda DOP porterà a Olio Officina Festival 2017. Durante i tre giorni della manifestazione, diretta da Luigi Caricato, il Consorzio sarà impegnato nella difesa della qualità degli oli fruttati leggeri. Questo attraverso degustazioni guidate, convegni, la consegna di una menzione d’onore ad una azienda socia premiata per il valore sociale ed educativo nel lavoro. L’appuntamento è dal 2 al 4 febbraio 2017 a Palazzo delle Stelline di Milano.


Energia! Olio in movimento
è il filo conduttore della sesta edizione di Olio Officina

Festival. Tema che – nelle parole dell’organizzazione – esprime potenza e vigore per dare una svolta a un comparto produttivo che appare statico. Nel fitto calendario di incontri pronti a portare nuovi sguardi sull’olio si inserisce il Consorzio Olio Garda DOP con “La gentilezza dell’olio. Perché i consumatori preferiscono gli extra vergini dolci” in programma sabato 4 febbraio alle 12:30 in Sala Leonardo. Gli oli delicati, definiti “dolci” per la loro minore percezione delle note amare e piccanti, sono vissuti in maniera contraddittoria: i consumatori li amano, gli esperti li rifiutano. Relatori dell’incontro, in difesa degli extra vergini delicati, saranno Laura Turri (Consorzio olio Dop Garda), e Francesco Bruzzo (Consorzio olio Dop Riviera Ligure). Sempre sa
bato alle 16 in Sala Bramante
si parlerà di “Olivicoltura ad alto impatto e recupero sociale” con la società agricola Il Cavaliere Bio di Salò. La stessa azienda a cui, venerdì 3 febbraio alle 12 in Sala Leonardo, sarà consegnata una menzione d’onore per l’impegno in una olivicoltura ad alto impatto e recupero sociale. Massimiliano Basile – presente a Olio Officina – e Simone Bonzanini producono infatti Olio Garda foto olio web 2DOP anche grazie all’inserimento di giovani usciti dal carcere e al recupero di oliveti abbandonati. Sabato si continua alle 17 in Sala Saggi Assaggi Chagal con la degustazione “La gentilezza dell’olio all’atto pratico. Extra vergini Dop Garda” con Paolo Venturini, socio e consigliere del Consorzio dell’olio Dop Garda. Tra parole e assaggi guidati, una selezione di oli extra vergini di oliva delicati e dolci, dalle note amare e piccanti lievi. Il loro impiego in cucina, nelle preparazioni a crudo e in cottura, con le istruzioni per l’uso.

Infine sabato alle 11 in Sala Saggi Assaggi in programma “L’olio e la carne, una guida agli abbinamenti”. Laura Turri, Vice Presidente del Consorzio Olio Garda DOP, e Bruno Bassetto, maestro macellaio racconteranno come i due alimenti si coniughino alla perfezione, a partire dalla degustazione della battuta di carne veneta al coltello.


Info: www.olioofficina.com e www.oliogardadop.it.

BRESCIA: NASCE IL VILLAGGIO DEGLI ORTI

A San Zeno di Naviglio nasce il Villaggio degli Orti: oltre 200 appezzamenti di terreno affittabili. Ogni mese corsi di formazione gratuiti.

C’è sempre più il desiderio di tornare alle origini, di staccate dalla frenesia quotidiana. Insomma, di trovare un angolo di serenità. È con questa filosofia che nasce a Brescia il primo Villaggio degli Orti: un’ampia area verde dove poter affittare un appezzamento di terra, coltivare passioni e trascorrere qualche ora a contatto con la natura. Si tratta di una zona vicino al centro abitato di San Zeno Naviglio, con parcheggio privato e vicina alla fermata dell’autobus, in grado di accogliere 206 orticelli affittabili, ciascuno di circa 40 metri quadrati, provvisto di recinzione e allaccio privato per l’acqua. Il progetto nasce dalla mente del giovane imprenditore locale Mauro Grandi, direttore di GolosItalia, che spiega: «Nonostante il tempo sia tiranno, ho sempre cercato di ritagliarmi degli spazi per me. Così, da buon nipote di nonno agricoltore, la terra e la natura sono diventate il mio angolo di paradiso. Ricordo quando nonno mi diceva che ogni uomo deve avere l’opportunità di coltivare almeno un fazzoletto di terra e godere dei suoi frutti. La trovo una grande verità. Per questo è nato Villaggio degli Orti: per dare la possibilità a famiglie, pensionati, ragazzi e anche a nonni con nipoti, di coltivare un orticello con amore». Grande punto di forza dell’iniziativa, sostenuta dal partner tecnico GolosItalia, è l’opportunità di partecipare a corsi di formazione gratuita sul tema. Ogni primo sabato del mese, infatti, saranno organizzate lezioni ad hoc con un momento di teoria basato su approfondimenti sulla raccolta, sulla gestione delle piante, news di settore e curiosità, e un momento di pratica, dove s’imparerà ad esempio a lavorare la terra, i momenti migliori per seminare, in che modo farlo e cosa piantare in base alla stagione. Gli incontri, utili per i neofiti ma non solo, si terranno in un’apposita aula nella casa comune al centro dell’area verde; e non mancherà neppure un cosiddetto chiosco delle chiacchiere. «Desidero che il Villaggio degli Orti diventi non solo un luogo dove acquisire conoscenze e rilassarsi stabilendo un legame diretto con la natura, gioendo dei suoi frutti e nutrendosi di conseguenza in modo sano – prosegue Grandi -, ma anche un posto dove creare nuove amicizie, condividere emozioni ed esperienze e stare all’aria aperta. Il valore sociale di questa iniziativa è uno dei capisaldi del progetto».

La formula è semplice: due tipologie di affitto, una annuale e una biennale consultabili sul sito www.villaggiodegliorti.it,


Pubblicità su questo blog
iCru
Direttore responsabile: Michele Bertuzzo
In redazione: Davide Cocco, Anna Sperotto, Giada Azzolin, Carlotta Faccio, Chiara Brunato, Marco Zanella, Irene Graziotto, Marta Xerra, Elena Scarso, Micaela Tussetto

CRU STUDIO ASSOCIATO

Viale Verona, 98
36100 Vicenza, Italia

Tel +39 0444 042110
Cell / Whatsapp +39 393 8168013

NEWSLETTER

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo Cru puoi iscriverti alla nostra newsletter, assolutamente aperiodica.
Per farlo clicca qui

Scrivici
Loading...