+39 0444 042110 info@studiocru.it

A chi non è mai successo di inviare per errore un’email? Chi non ha mai rischiato il posto di lavoro per un click troppo frettoloso?
L’email è senza dubbio una grande conquista, uno strumento di lavoro, più che di svago, ormai insostituibile, che ha rivoluzionato il modo di lavorare di tutti. Ma nasconde delle insidie molto pericolose.
Ecco allora che ci viene in aiuto Seth Godin (tradotto qui), con una serie di consigli, banali se volete, ma preziosi per cercare di sbagliare il meno possibile con questo grande mezzo di comunicazione.
Il mio preferito? Il numero 16: “C’è qualcosa in questa mail che non vorrei far leggere alla polizia, ai media o al mio capo? (se è così, clicca “cancella”)”.

P.S. molto spesso tralasciamo la forma e le regole fondamentali di buona scrittura e leggibilità nelle mail. Per chi, pentito, volesse redimersi, consiglio la lettura del quaderno “L’email per lavorare e vivere meglio in azienda” , liberamente scaricabile dall’indispensabile sito di Luisa Carrada.

Scrivici
Loading...