+39 0444 042110 info@studiocru.it

Ormai non passa anno senza che nasca un nuovo social network. E non sto parlando delle numerose start up che si affacciano al web per dopo finire nel dimenticatoio. Sto parlando di piattaforme che fanno girare i numeri e che fidelizzano gli utenti.

Ultimamente, complice un amico, ho scoperto e ho sviluppato una forte dipendenza per Foursquare: un social network geolocalizzato che, molto semplicemente, fa sapere agli altri utenti dove ci si trova in un determinato momento. Questo è possibile grazie alla funzione GPS che ormai tutti gli smartphone in commercio hanno di serie.
Partito in sordina, adesso Foursquare guadagna 100 mila utenti la settimana, pronti a condividere la propria posizione nel mondo con il mondo. Tutto gira attorno al concetto di check-in: entri in un locale (ma può essere anche un supermercato, un ufficio, una pizzeria), attivi il programma dal tuo cellulare e fai sapere a tutti che ti trovi proprio lì, proprio in quel preciso istante, magari condividendo il messaggio su Twitter o Facebook.
Fin qui nulla di speciale, ma lasciamo che entrino in campo il gioco e il marketing. Perché gli “inventori” di Foursquare hanno avuto la giusta e brillante idea di dare alla loro creatura anche una componente ludica, permettendo agli utenti più affezionati di diventare “sindaci” del locale visitato, di accumulare punti per sfidare gli amici e di poter sfoggiare alcune medaglie virtuali, che in gergo vengono definite badges, che si guadagnano visitando più posti possibile.
Il marketing entra in gioco quando il locale lo desidera: in America non si contano i casi di sconti, offerte, premi per gli utenti che diventano sindaci, in modo da creare una competizione che va tutta a vantaggio dell’affluenza di pubblico.
Per maggiori informazioni date un’occhiata al video (in inglese, ma comprensibilissimo).

Scrivici
Loading...