+39 0444 042110 info@studiocru.it

Mentre sul web fervono le notizie sulle vendite, caratteristiche, funzionalità, pregi e difetti dell’iPhone, mentre Yahoo! rifiuta l’ennesima offerta di Microsoft, orfana dell’amato-odiato Bill Gates, senza fare troppo rumore si è formato il più grande gruppo produttore di birra al mondo. L’americana Anheuser-Busch ha infatti accettato l’offerta della rivale belga InBev. Il gruppo, che in maniera molto originale si chiamerà Anheuser-Busch InBev, produrrà circa un quarto della birra consumata a livello planetario, con una capacità produttiva di 460 milioni di ettolitri, suddivisi fra oltre 300 marchi commerciali. Giusto per farvi capire di chi stiamo parlando la InBev è nata recentemente dalla fusione fra la Interbrew e la brasiliana AmBev e attualmente produce, ad esempio, Stella Artois, Leffe, Hoergardeen e Beck’s. La Anheuser-Busch invece è detentrice del marchio Budweiser, ed è balzata agli onori della cronaca recentemente perché circa un milione di azioni sono possedute dalla futura forse first lady Cindy McCain, moglie del candidato alla casa bianca e reduce di guerra John.

L’unica cosa positiva che vedo nell’operazione è che una azienda del vecchio mondo va ad acquisirne una del nuovo. Segno dei tempi.

Scrivici
Loading...